Twitter: hackerato l’account Jeep, si trasforma in Cadillac

di Martina Commenta

Nel corso della giornata di ieri l’account Twitter ufficiale di Burger King, la nota catena di fast food a stelle e strisce, è stato soggetto ad un “esilarante” attacco hacker.

Un collettivo affiliato ad Anonymous ha infatti hackerato l’account di Burger King modificando l’immagine del profilo impiegata inserendo il logo di McDonald’s, impostando come copertina un’immagine raffigurante i fish nuggets e pubblicando tutta una serie di tweet provocatori.

All’operazione in questione, identificata dagli stessi hacker con l’hashtag #OpMadCow (letteralmente “mucca pazza”) è seguita poi, proprio nel corso delle ultime ore, quella che ha visto invece come protagnosita l’account Twitter ufficiale di Jeep.

La nota casa automobilistica del gruppo Chrysler è stata infatti vittima di un attacco hacker al proprio profilo ufficiale sul cinguettante servizio di microblogging.

Gli autori del gesto hanno provveduto a modificare l’immagine del profilo impiegata con il logo di Cadillac, la casa automobilista rivale parte del gruppo General Motors.

Unitamente all’immagine del profilo anche quella scelta come sfondo è stata modificata: gli hacker hanno infatti inserito un’immagine raffigurante un auto con il logo McDonald’s.

Anche in questo caso durante la fase di attacco sono stati pubblicati tutta una serie di tweet dai contenuti offensivi ed è stata annunciata la notizia, chiaramente falsa, della cessione del marchio Jeep.

I legittimi proprietari dell’account Jeep sono riusciti a rientrare in possesso dello stesso dopo breve tempo provvedendo inoltre a rimuovere tutte le tracce lasciate dagli hacker durante la fase d’attacco.

Pur non essendoci ancora alcuna conferma ufficiale è quasi da dare per certo il fatto che l’attacco all’account Jeep sia stato effettuato dal collettivo Defonic Team Screen Name Club (DTSNC), lo stesso gruppo di hacker che poche ore prima si era preso gioco di Burger King, del suo profilo su Twitter e, di consegugenza, anche dei suoi follower.

Photo Credits | SlashGear

Via | SlashGear

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>