Mark Zuckerberg è davvero su Google+ ed è anche l’utente più seguito

di Martina 3

Da alcuni giorni Google+ ha fatto la sua comparsa in rete e, soltanto previo invito (per il momento!), un buon numero di utenti, seppur non estremamente ampio, ha già avuto modo di sperimentare personalmente le fattezze del nuovo social network targato, appunto, Google.

Tra essi, però, così come abbiamo avuto modo di vedere qui su IoChatto, fa la sua comparsa anche Mark Zuckerberg, la a cui presenza, tra l’altro dubbia, ha destato non poca curiosità da parte degli altri utilizzatori del servizio, e non solo.

A tal proposito, da alcune ore a questa parte, è iniziata a circolare in rete la notizia riguardante la veridicità del profilo di Zuck che, a quanto pare, avrebbe provveduto ad inviare un SMS a Robert Scoble, rinomato tech blogger americano, interrogandosi sul perché le persone siano così sorprese del fatto che lui disponga di un account Google (“Why are people so surprised that I’d have a Google account?”).

il profilo di Zuck presente su Google+ è dunque quello reale e, effettivamente, vi è ben poco di sorprendente nel disporre di un account Google ma a destare particolare attenzione è proprio il fatto che a servirsi del nuovo social network realizzato dal gran colosso della ricerche online sia il fondatore dela risorsa di comunicazione e condivisione che, come dimostrano i dati più recenti, regna incontrastata, o quasi, su tutti gli altri servizi analoghi.

Quella di Zuck potrebbe quindi essere semplice curiosità, voglia di utilizzare il nuovo servizio come qualsiasi altro utente o, ancora, il modo più semplice mediante cui monitorare, seppur alla lontana, la concorrenza.

A prescindere dalla motivazione per la quale Mark Zuckerberg utilizzi Google+ appare però necessario sottolineare che, ad oggi, il fondatore di Facebook va a configurarsi come l’utente più seguito tra gli utilizzatori di Google+, così come dimostrano le statistiche uffficiali, superando, e non proprio di poco, Larry Page e Sergey Brin, fondatori di Google.

Via | TechCrunch Link 1Link 2

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>