Twitter: volevano acquistarlo Steve Ballmer, Mark Zuckerberg e Al Gore

di Martina Commenta

Il fatto che i social network siano in continua competizione tra loro sfidandosi a colpi di utenti e di nuove features non è sicuramente una novità così come non lo è il fatto che la maggior parte dei servizi a carattere social attualmente presenti sulla piazza stia prendendo ispirazione dal buon Twitter.

Negli ultimi tempi, infatti, sono sempre di più i social network che si danno filo da torcere tra loro cercando di replicare e di implementare funzionalità lanciate in primis dal cinguettante servizio di microblogging. Basti pensare a Facebook che ha recentemente introdotto hashtag, profili verificati el box dedicato ai trending topics.

Il tentativo, da parte degli altri social network, di implementare funzioni proprie di Twitter pare però sia il frutto di un desiderio oramai represso di acquistare il celebre servizio.

Qualche giorno fa, infatti, il New York Times ha pubblicato un estratto preso dal nuovo libro scritto di Nick Bilton su Twitter che mette in risalto la cosa.

Leggendo l’estratto viene messo ben in evidenza il fatto che Twitter, diversamente da Facebook, è stato realmente il frutto di una collaborazione ma che Jack Dorsey, l’attuale CEO dell’oramai celebre piattaforma di microblogging, ha dovuto lottare e tenere duro per farsi riconoscere e conoscere come il fondatore del servizio.

A detta di molti Dorsey non gestiva in maniera corretta Twitter ed addirittura iniziò a frequentare una scuola di moda durante il periodo in cui rivestiva il ruolo di amministratore delegato.

Ev Williams, ex CEO di Twitter, venne quindi avvicinato più volte da Steve Ballmer, Mark Zuckerberg e Al Gore nel tentativo, poi rivelatosi vano, di strappare un buon affare. Tutti, quindi, erano intenzionati a far proprio Twitter.

Ad essere particolarmente insistente fu proprio Mark Zuckerberg che tentò addirittura di assumere Jack Dorsey.

Nessuno però, così come dimostrato anche dai fatti, riuscì ad acquistare Twitter.

[Photo Credits | Flickr]

Via | The Verge

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>