Facebook Messenger per Android, ora è utilizzabile anche con il solo numero di telefono

di Martina Commenta

Nel corso degli ultimi giorni avevano iniziato a circolare in rete, in maniera sempre più insistente, rumors inerenti la presunta volontà di Facebook di procedere all’acquisizione di WhatsApp, l’app disponibile per tutte le principali piattafome mobile e grazie alla quale chattare in tempo reale con i propri contatti telefonici senza spendere neanche un centesimo, a patto, ovviamente, di essere connessi ad internet.

Al momento la notizia dell’acquisizione non è stata né confermata né screditata ma tenendo conto dell’ultimo annuncio dato dal team del social network in blu il rumor va a perdere parecchia credibilità.

Durante le ultime ore, infatti, Facebook ha fatto sapere che la sua applicazione Facebook Messenger per Android potrà essere impiegata anche da coloro che non sono in possesso di un proprio account sul social network.

Facebook Messenger per Android, permetteva, sino a qualche ora fa, di poter chiacchierare solo e soltanto con i propri amici di Facebook, ora, invece, per chattare sarà sufficiente solo un numero di telefono.

L’ultimo aggiornamento dell’applicazione Facebook Messenger per Android rimuove infatti l’obbligo di iscrizione al social network ragion per cui per inviare messaggi istantanei con la nuova app saranno necessari soltanto uno smartphone o un tablet ed una connessione ad internet.

Se si tratta di una mossa per abbassare le pretese di WhatsApp o se Facebook ha effettivamente deciso di puntare su una propria soluzione di instant messaging ancor più su larga scala al momento non è possibile saperlo ma resta comunque fermo il fatto che i vantaggi per Mark Zuckerberg e per il suo team sono tutt’altro che pochi.

Quando un utente non iscritto a Facebook inizia ad usare l’app Facebook Messenger con il proprio numero di cellulare il passo da compiere per la creazione di un account diventa davvero breve.

Facebook, quindi, in tal modo non solo è in grado di offrire un servizio migliore all’utenza e di correggere il tiro della non esattamente felice situazione in fatto di mobile ma, per di più, può, potenzialmente, incrementare il proprio numero di iscritti.

Via | VentureBeat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>