Facebook, il Graph Search è disponibile per tutti gli utenti USA

di Redazione Commenta

Nel corso di un apposito evento organizzato a gennaio dell’anno corrente Mark Zuckerberg e la sua squadra hanno presentato il Graph Search, una nuova funzionalità di ricerca per i contenuti indicizzati su Facebook in grado di fornire risposte alle domande fatte dagli utenti senza fastidiosi intermediari.

Sino a questo momento il Graph Search è stato reso disponibile in versione beta soltanto per un numero limitato di persone che hanno contribuito a migliorare il prodotto e che hanno permesso di affrontare un certo quantitativo di difficoltà e di casi praticolari. Ora, però, il Graph Search è disponibile per tutti gli utenti Facebook degli Stati Uniti e ben presto lo sarà anche per gli iscritti al social network del resto del globo.

Come sottolineato da Mark Zuckerberg gli utenti statunitensi possono ora effettuare le più svariate ricerche per interessi o gusti personali. Con il Graph Search è possibile, ad esempio, trovare solo quegli amici a cui piace un dato film piuttosto che un altro, le foto degli utenti che hanno trascorso le vacanze estive in uno specifico luogo e molto altro ancora.

Occhio all’avviso e occhio alla privacy

Poco alla volta il Graph Search verrà attivato per un sempre maggior numero di persone. Molti utenti, italiani compresi, hanno già visto comparire sulla Home di Facebook un avviso che ricorda di controllare i contenuti che sono stati condivisi e gli utenti che possono visualizzati.

L’avviso viene mostrato poiché considerando la natura del Graph Search ed il relativo modus operandi avere una particolare conoscenza delle norme sulla privacy risulta tanto utile quanto necessario.

Con la ricerca tra le connessioni di Facebook le persone possono esplorare il sito in un modo tutto nuovo. I risultati ottenuti con questo strumento sono diversi per ogni persona e si basano su cosa hai condiviso con ciascuno. Le tue impostazioni della privacy determinano cosa vedono i tuoi amici quando effettuano una ricerca.

Proprio per tale ragione il team del social network ha pubblicato una speciale pagina con tre suggerimenti che fanno riferimento a tre delle sezioni annesse ad ogni account Facebook. Nella pagina viene sottolineato e spiegato che ogni utente può controllare chi vede le informazioni presenti sul proprio profilo nella scheda Informazioni, che può controllare le foto che sono state condivise o quelle contenti un proprio tag e che può controllare i propri post con tag geografici mediante il Registro attività. Per accedere alla pagina con i tre suggerimenti sulla privacy nelle ricerche è sufficiente cliccare qui.

[Photo Credits | YouTube]

Via | TechCrunch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>