Le 4 cose da non condividere su Facebook

di Redazione Commenta

Dopo aver visto le 6 cose da non fare su Facebook questa volta dedichiamo qualche riga a quel che invece sarebbe bene non condividere con gli altri utenti.

Su Facebook, è risaputo, la condivisine fa da padrona ma ciò non sta a significare che qualsiasi cosa ti passi per la mente possa essere condiviso con gli altri utenti. Ci sono infatti alcuni aggiornamenti di stato che sarebbe bene non postare. Se sei curioso/a di scoprire quali puoi dare uno sguardo all’elenco delle 4 cose da non condividere su Facebook proposto di seguito.

  1. Richieste di punti, amici o oggetti per i giochi Facebook. Per quanto tu possa ritenere di fondamentale importanza fare specifiche richieste ai tuoi amici in fatto di giochi o comunicare agli altri il raggiungimento di un determinato obiettivo sappi che generalmente si tratta di un aggiornamento di stato che viene identificato come fastidioso e poco gradito.
  2. Foto di documenti riservati. Ci sono scatti o documenti che è bene evitare di condividere con i tuoi amici iscritti a Facebook. Postare la foto della tua carta di identità, delle tue ultime analisi o del biglietto dell’aereo che stai per prendere non è sicuramente una buona idea. Si tratta immagini contenti informazioni riservate e che una volta pubblicate su Facebook risultano visibili a molti utenti, un dato questo che potrebbe compromettere la tua sicurezza. Se proprio ci tieni a pubblicare foto di questo tipo ricorda di avere l’accortezza di non rendere visibili i dati sensibili.
  3. Aggiornamenti di stato inutili. Postare un “non ce la faccio più” o un “sei la peggiore persona al mondo” al solo scopo di attirare l’attenzione sappi che si, l’attira, ma in negativo scatenando il fastidio degli utenti. È bene evitare di postare certe cose.
  4. Check-in inutili e poco interessanti. Se sei in vacanza alle Canarie è più che giusto che tu faccia un bel check-in per comunicare ai tuoi amici il fantastico posto in cui ti trovi ma far sapere a tutti che sei seduto sul divano di casa o che sei nel tuo letto non attira l’attenzione e può risultare addirittura fastidioso. Facendo un check-in di questo tipo sappi inoltre che stai comunicando a tutti la posizione esatta della tua abitazione, il che non è un bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>