Windows 7 si lega da subito ai social network

di Redazione Commenta

Nuovo sistema operativo, ed ovviamente subito tentativo di legame con le nuove frontiere del Web 2.0. Parliamo del nuovissimo Microsoft Windows 7, che dal 22 Ottobre sugli scaffali degli store di informatica, è nato per cercare di cancellare “i brutti momenti” della casa di Redmond regalati dal Vista.

Al rilascio ufficiale della nuova relase del sistema operativo, lo staff di Microsoft ha tenuto ben noto il punto che grazie a questo software, si potrà finalmente riconquistare e soprattutto attirare di nuovo a se tutta l’utenza persa a causa dei “troppi” bug di Windows Vista.

Per poter da subito avviare un discorso di riscontro di feedback da parte dell’utenza, i ragazzi di Bill Gates, si sono affidati alla direzione tecnica dell’azienda di Steve Ballmer, che negli ultimi tempi sta investendo molto nel campo della ricerca in comunicazione digitale attraverso l’ultima moda: i social network.

Proprio tramite le reti sociali, l’Azienda riesce infatti a sponsorizzare i prodotti e soprattutto riesce a carpire tutte le impressioni degli utenti per migliorare i presupposti dei propri prodotti. Questo tipo di analisi è sicuramente molto innovativa e Microsoft non voleva arrivare seconda in questo ambito.

A partire da un sito web creato positamente per lo scopo d’analisi, la Microsoft raccoglierà tutti i commenti e le “note dolenti” rilasciate dagli utenti sui social network, sui forum e sui wiki, tutti inerenti al nuovo sistema operativo in versione “Seven”. A questo è affiancato uno staff tecnico che permette di catturare ed analizzare in maniera accurata tutte le impressioni degli utenti ed i consigli per migliorare le performance.
Attualmente l’applicazione riesce a prelevare in real time i commenti da Facebook, Twitter, YouTube, Flickr ed altri network appartenenti al circuito aziendale. L’interfaccia del sito ricorda molto Twitter ed è stata definita “fondamentale” dagli esperti di IT.

Rimaniamo in attesa di sapere cosa i nuovi utenti vogliono dal nuovo sistema operativo e soprattutto se le critiche fatte a Vista si ripercuoteranno per la vita di Windows 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>