Sentenza Mediaset e Berlusconi, le reazioni sui social network

di Redazione Commenta

Spread the love

L’attenzione che il grande popolo degli internauti ha dedicato, nel corso delle ultime ore, a Sivlio Berlusconi ed alla sentenza Mediaset è stata decisamente tanta così come hanno dimostrato le varie reazioni sui social network, specie su Twitter e su Facebook. Infatti, la sentenza della cassazione sul processo Mediaset che ha condannato definitivamente Silvio Berlusconi a quattro anni di reclusione è stata e continua da essere tutt’ora oggetto di numerose conversazioni in rete.

In tal senso la recentissima indagine realizzata da Blogmeter può risultare sicuramente molto interessante. Attenendosi infatti all’analisi su Twitter il picco più alto di tweet è stato toccato al momento della lettura della sentenza per un totale di ben 1.183 tweet al minuto. I tweet totali nella giornata della sentenza sono stati invece 140 mila provenienti da 50 mila account.

Su Facebook, invece, i commenti pubblici facenti riferimento alla sentenza Berlusconi sono stati oltre 30 mila.

La maggior parte delle conversioni rilevate da Blogmeter sono state sviluppate attorno all’hashtag #sentenzamediaset impiegato circa 66 mila volte, e al nome Berlusconi, utilizzano circa 55 mila volte.

Sempre nella giornata della sentenza Berlusconi è stato anche il politico più citato sui social network facendo registrare ben 111.089 web mentions. Su Facebook il post della trascrizione del video ha fatto registrare il più alto coinvolgimento per un totale di 30 mila Mi piace ed oltre 6 milioni di conversazioni.

I top tweet postati nel giorno della sentenza sono stati diversi, eccone alcuni:

Beppe Grillo @beppe_grillo
Chi piangerà Berlusconi? I Violante,i D’Alema,le Finocchiaro,i Bersani,i Veltroni,i Fassino che lo hanno amato e cui devono la loro fortuna

David di Tivoli @David_IsayBlog
A me Berlusconi piace immaginarlo ai domiciliari, costretto a fare acquisti solo su Mediashopping. #sentenzamediaset

Dio @Iddio
Però che delusione: vent’anni di leggi ad personam sprecati così. #SentenzaMediaset

Matteo Grandi @matteograndi
Da “Le Mie Prigioni” di Silvio Pellico a “Le Mie Prigioni” di Silvio pelvico.

Via | InTime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>