Path viola la privacy dei suoi utenti

di Redazione Commenta

Spread the love

Lo scorso anno, Path, la risorsa di social netowrking dedicata agli amici più stretti ed alla famiglia, si ritrovò a dover fare i conti con non pochi problemi conseguenziali alle accuse di violazione della privacy dei propri utenti e, nello specifico, di coloro i quali erano soliti accedere al servizio di social networking mediante l’apposita app per device iOS.

L’applicazione, infatti, eseguita attività che ledevano la privacy degli utenti.

Proprio per tale ragione Path ha appena ricevuto una multa di ben 800 mila dollari.

Il social networkg, infatti, conservava nei sui server informazioni contenute nella rubrica degli utilizzatori dell’app tra cui non solo dati relativi ad utenti maggiorenni ma anche info facenti riferimento a bambini.

Multa a parte, che di certo andrà ad incidere notevolmente sull’economia della startup, appare opportuno sottolineare il fatto che Path sta continuando a violare la privacy degli utenti.

Considerando infatti che tutte le foto scattate servendosi dell’app includono il geotag (anche nel caso in cui l’utente abbia provveduto a disabilitare manualmente l’accesso alla geolocalizzazione) qualsiasi persona è in grado di scoprire dove sono stati eseguiti specifici scatti.

Proprio per tale ragione il team di Path è stato contattato dall’esperto di sicurezza Jeffry Paul che ha fatto notare come tale pratica sia frutto di un’eccessiva dose di disattenzione da parte dello staff della risorsa social.

A tal proposito Dylan Casey, il product manager di Path, ha ammesso la presenza del bug ed ha fatto sapere allo stato attuale delle cose il team del social network è impegnato nel cercare di porre rimedio, il prima possibile, all’errore commesso.

Atteggiamento volontario o meno trattasi comunque di un grave errore e la startup non è in alcun modo giustificabile.

Da notare comunque che i dati EXIF delle foto vengono salvati su Path soltanto se gli scatti sono stati effettuati dall’iDevice.

Nel caso in cui venga impiegata un’altra fotocamera tale situazione non va a verificarsi.

Photo Credits | Flickr

Via | Mac Rumors

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>