10 Social Network che hanno fatto fiasco

di Redazione Commenta

Negli ultimi anni sono nati tantissimi nuovi social network, ma ben pochi hanno saputo eguagliare il successo di Facebook.

Alcuni sono stati chiusi, altri sono stati rapidamente abbandonati dagli utenti, qualcuno invece ha avuto un certo successo ma nettamente inferiore alle aspettative. Insomma sono tante le ragioni per cui un social network fa flop, e noi vi daremo 10 ottimi esempi.

La Top 10 dei Social Network che sono stati un flop:

  1. iTunes Ping: il social network di Steve Jobs voleva essere il punto di congiunzione tra Facebook e Twitter, ma le troppe restrizioni di Apple, con un’anteprima di appena 30 secondi per canzone, non è piaciuta agli utenti, che speravano in una preview più lunga prima di procedere all’acquisto del brano. I problemi di licenza con la National Music Publishers Association (NMPA) hanno di fatto affossato Ping.
  2. Google+: il social di Google continua a crescere, però non aggiunge niente di nuovo al panorama della comunicazione e non convince il grande pubblico che lo trova poco divertente e continua a preferirgli Facebook.
  3. Delicious: venduto agli ex fondatori di YouTube, il servizio è stato rilanciato con una nuova privacy policy più restrittiva e poco social.
  4. Eons: qualcuno se lo ricorda? Quasi il precursore di MySpace, Eons è stato fondato nel 2007 ma pochi hanno capito cosa fosse e come andava usato. Insomma, i tempi non erano maturi per il social networking. Peccato.
  5. Diaspora: annunciato come l’Anti-Facebook si è rivelato talmente poco intuitivo da cadere subito nel dimenticatoio.
  6. Orkut: uno dei primi social network a fare fiasco. Lento, pesante, rendeva impossibile la condivisione di qualunque cosa. Alla faccia del social!
  7. Xanga: potentissima piattaforma blog, ma il suo successo è svanito con l’arrivo di MySpace, che era più giovane e di tendenza.
  8. Digg: ieri un cliccatissimo aggregatore di notizie, oggi una nave che affonda. La colpa? Troppa concorrenza. Adesso per trovare news e contenuti di qualità basta andare su Twitter.
  9. Friendster: il papà di Facebook e MySpace. Peccato che al primo massiccio arrivo di utenti il network è andato in tilt diventando più lento di una lumaca.
  10. MySpace: una volta era il network numero uno. Poi è arrivato Facebook e i ragazzi hanno scoperto che conoscere nuovi amici era molto più divertente che lasciare un messaggio alla band o alla celebrità di turno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>