Google Plus porta via utenti a Twitter e a Tumblr ma non a Facebook

di Redazione Commenta

Secondo le previsioni di Social Media Today, Google Plus è destinato a portar via una buona fetta di utenti a Twitter e a Tumblr, ma non a Facebook. Mark Zuckerberg quindi può dormire sonni tranquilli, nonostante il successo del social network di Google, perché le due piattaforme saranno utilizzate in parallelo, ma con finalità diverse. Facebook al momento sembra essere ancora la preferita per quanto riguarda la condivisione dei contenuti, mentre Google+ grazie alla suddivisione in cerchie, ha conquistato il cuore degli utenti per la capacità di aprire discussioni e chattare con i videoritrovi. Ma la questione resta aperta per quanto riguarda Twitter e Tumblr.

Twitter è per molti ancora il social network più amato, ma uno dei fattori che l’ha portato al successo, cioè il limite dei 140 caratteri di testo, è anche la ragione per cui molti utenti se ne allontanano presto. Una buona alternativa, in passato, è stata Tumblr, che proprio grazie all’integrazione con Twitter, permetteva di postare senza limiti e di linkare il resto del messaggio sul microblog per una consultazione più comoda. Adesso però Google Plus permette di scrivere aggiornamenti di stato senza alcun limite di caratteri, e di postare foto e video facilmente, avvicinandosi così più a un blog che a un semplice social network.

Google+ sembra destinato a fare da “potenziamento” sia a Twitter che a Tumblr, ma qualcuno già ipotizza che col tempo possa sostituirsi ad entrambi i media. Ma perché questo avvenga c’è bisogno di un maggiore impegno di Google. A questo proposito, Jeff Nolan di Social Media Today fa notare che in Google Plus mancano quei servizi esclusivi che hanno fatto la fortuna di Facebook (tipo i giochi e le applicazioni, ma anche una casella di posta, magari con i messaggi da inoltrare direttamente a Gmail). Insomma le cerchie da sole non sono sufficienti, e poi a dirla tutta le avevamo già viste in embrione su Diaspora. Insomma, Google Plus al momento ha migliorato molti aspetti dei social network più popolari, Twitter e Tumblr su tutti. Ma manca qualcosa di unico, utile a caratterizzare bene il network, permettendogli così di sottrarre utenti a Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>