Google+, l’app si aggiorna ed introduce i filtri fotografici

di Martina Commenta

Da poche ore a questa parte è stata resa disponibile su App Store e su Google Play la nuova versione dell’app ufficiale di Google+, il social network targato big G.

La nuova versione dell’app, siglata come 4.3, porta con sé diverse ed interessanti novità, oltre a tutta una serie di migliorie, che non possono passare inosservate.

Al pari di Facebook, che ha acquisito Instagram, e di Twitter, che recentemente ha introdotto la possibilità di applicare accattivanti effetti alle foto da pubblicare sul cinguettante social network, anche Google+ ha scelto di seguire la falsariga dei filtri mettendone a disposizione una vasta gamma per i propri utenti e per le foto degli stessi.

Partendo infatti da Snapseed, la società acquisita dal colosso di Mountain View alcuin mesi fa, ora l’app di Google+ ingloba funzioni ad hoc grazie alle quali modificare le immagini applicandovi dei filtri a piacere tra quelli disponibili ma anche ruotare le foto, regolarne la saturazione, il contrasto ed anche la luminosità, il tutto rigorosamente dallo schermo touch del proprio iDevice.

Unitamente alle ottimizzazioni fotografiche non mancano poi un nuovo design per il profilo, una nuova barra delle notifiche, un nuovo flusso di impostazioni per i nuovi utenti, un maggior controllo della quantità dei post da singole cerchie visualizzati all’intero del proprio stream, l’implementazione del filtro dei migliori o più recenti risultati di ricerca, la possibilità di parlare agli amici di una comunity (condividendola o inviando un invito), quella di condividere nuovamente i post con le comunity, quella di visualizzare il numero di messaggi non letti nelle proprie comunity e l’aggiunta di tutta una serie di funzioni extra per la moderazione delle cerchie.

Google+ per device Android e per iOS, che ora è anche compatibile anche con l’iPad, può essere scaricata gratuitamente dai rispettivi marketplace (chi è già in possesso della precedente versione dell’app, invece, non dovrà far altro che procedere all’aggiornamento).

[Photo Credits | Google Play]

Via | Mashable

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>