Facebook crolla in borsa e perde il 12%

di Redazione Commenta


Passata l’euforia del primo giorno, restano i dubbi e le perplessità che hanno caratterizzato l’ingresso di Facebook a Wall Street. Un ingresso già poco trionfale, visto l’abbandono della General Motors, anche se questo imprevisto non sembrava avere spento l’entusiasmo degli “amici di Facebook”. Eppure qualcosa è cambiato nella fiducia degli investitori, tanto che nelle ultime ore i titoli di Facebook sono scesi del 12%. Un ero tonfo per il social network di Zuckerberg.

Il sospetto che il valore di Facebook fosse sopravvalutato rispetto all’effettiva capacità del network di “fare cassa” con la raccolta pubblicitaria è parso agli investitori più fondato di quanto avessimo immaginato al debutto, tanto che le azioni sono subito calate a 33 dollari, dopo il prezzo iniziale di collocamento di 38 dollari. E a Wall Street il numero di chi le vende, è già diventato superiore al numero di chi le compra.

Lo sbarco a Wall Street si sta rivelando un boomerang per Facebook, e il suo crollo in borsa ora rischia di trascinare con se altre aziende che operano in internet e nel settore high tech.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>