Google+: nuove features relative a notifiche e post condivisi

di Martina Commenta

Google+, il social network del gran colosso delle ricerche online, continua ad evolversi, seppur a piccoli passi, rendendo disponibili nuove, utili ed interessanti funzionalità.

Infatti, nelle ultime ore, il social network di casa Google è stato soggetto all’introduzione di ulteriori features che, seppur minime, contribuiscono comunque a rendere l’utilizzo della neo risorsa di social networking ancor più piacevole di quanto già non lo sia.

Le novità, nello specifico, riguardando le notifiche e la condivisone dei post.

Per quanto concerne le notifiche d’ora in avanti sarà possibile visualizzarne il conteggio direttamente dall’etichetta della scheda in uso nella finestra del browser web, analogamente a quanto è già possibile fare da diverso tempo a questa parte su Facebook, eliminando dunque la necessità di installare apposite estensioni mediante cui ottenere il medesimo risultato così come avveniva sino a qualche ora fa.

Le notifiche verranno visualizzate sotto forma di numero tra parentesi esattamente alla destra della favicon di Google+ visionabile dall’etichetta della scheda.

Riguardo invece la condivisione dei post a partire da questo momento sarà possibile scegliere se disabilitare l’aggiunta di eventuali commenti agli elementi postati su Gogole+ o, ancora, se bloccarli impedendo quindi che gli utenti in grado di visualizzarlo possano condividerli nuovamente.

Le nuove opzioni potranno essere selezionate prima di condividere uno specifico elemento su Google+ semplicemente cliccando sulla freccia annessa alla destra della sezione mediante cui è possibile selezionare le cerchie o le persone con cui effettuare il processo di condivisione.

L’utilizzo delle due nuove opzioni di condivisione mira dunque ad incrementare e preservare ulteriormente la propria privcacy online ma, al tempo stesso, di condividere comunque specifici contenuti.

Le nuove features introdotte, quindi, pur non stravolgendo in alcun modo il funzionamento di Google+, consentono comunque di servirsi del neo social network di Big G in maniera ancor più rapida e sicura.

Via | The Next Web 12

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>