Twitter: come, quando e quanto cinguettano gli italiani

di Redazione Commenta

Spread the love

Durante la conferenza State Of The Net di Trieste sono emersi numerosi ed interessanti dati facenti riferimento a quello che è l’attuale stato della rete italiana e, per meglio intenderci, circa quello che è il modus operandi online degli abitanti del Bel paese.

Tra i tanti argomenti affrontati sino a questo momento è stato posto l’accento anche su quello che va a configurarsi come il primo studio dedicato ai tweet degli italiani che cerca di rispondere, in maniera più o meno soddisfacente, alle domande come, quando e, sopratutto, quanto.

Si tratta di uno studio di particolare rilevanza poiché, così come sottolineato da Vincenzo Cosenza, noto esperto di social media, per la prima volta sono stati analizzati ben 31,5 milioni di tweet scritti da italiani e dai quali è stato possibile comprendere l’umore degli utenti.

Per eseguire lo studio in questione è stato sfruttato Blogmeter, un apposito software di analisi semantica, che agisce eseguendo l’estrazione automatica dell’umore espresso nei tweet (positivo, negativo o misto) permettendo di tenere traccia dell’evoluzione e del cambiamento nel tempo delle attitudini emotive degli utenti.

In linea generale gli italiani che si servono di internet sono ben 40 milioni, vale a dire circa il 73% della popolazione, che, a loro volta, possono essere suddivisi in 28,6 milioni di navigatori mensili e 13,8 giornalieri.

Tra questi, sono in maggioranza gli uomini, ben 7.587.000, mentre le donne ammonterebbero a circa 6.211.000 e l’età più rappresentata è quella compresa fra i 25 e i 34 anni.

Gli italiani, inoltre, in genere, per incontrarsi online preferiscono servirsi di Facebook e a dimostrazione di ciò vi sono le cifra indicanti che gli utenti del Bel paese presenti sul social network in blu sono 22,4 milioni, su Twitter sono invece presenti 3,6 milioni e 2,8 su LinkedIn.

La maggior parte degli utilizzatori italiani di Twitter inizia a twittare a partire dalle 5 della mattina ed il picco massimo di attività viene raggiunto tra le 18.00 e le 21.00.

Il giorno preferito per twittare è il lunedì ma anche il mercoledì e il venerdì mentre il sabato rappresenta, per così dire, il giorno di riposo.

Tra gli hashtag che allo stato attuale delle cose risultano maggiormente utilizzati sono presenti #sapevatelo, #news, #Lol, #terremoto, #brindisi, #bologna, #no2giugno, #Euro2012, #Monti, #Bossi, #Roma, #Milano, #PiazzaPulita, #ServizioPubblico ed anche molti altri ancora.

Via | La Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>