Meglio Tumblr o Posterous? Scegli il miniblog che fa per te

di Redazione 1

Spread the love

Nei giorni scorsi vi avevamo anticipato la sempre maggiore popolarità di Tumblr, ma non possiamo non parlarvi di quello che fin dall’inizio si è subito annunciato come il suo maggiore concorrente. Naturalmente ci riferiamo a Posterous, un curioso mix tra blog, social bookmarking, e social network. Sia Posterous che Tumblr fanno uso di bookmarklets che copiano e incollano i contenuti interessanti che troviamo quando navighiamo in rete. Il loro uso è semplicissimo e sul nostro blog possiamo pubblicare tutto o quasi: fotografie, citazioni, link, chat (solo Tumblr), audio e video. Ed entrambi permettono di pubblicare post e foto anche dalla bacheca web. Da qui il dilemma: quale scegliere tra le due community? Innanzitutto analizziamo i pro e i contro delle due piattaforme.

Tumblr
PRO: Tumblr è più popolare (anche perché è più “anziano”) e gode anche da noi in Italia gode di una buona community di appassionati che cliccano volentieri su “I like”, l’icona a forma di cuore che marca i post tra i preferiti. La scelta dei temi è molto vasta, e tra questi ce ne sono molti adatti ai portfolio, perfetti per fotografi e web designer. Ha il supporto mobile e una buona scelta di applicazioni per iPod, iPhone, e iPad. Si integra anche con Facebook e Twitter tramite apps, ed è possibile integrare nel tumbelog i feed RSS di altri blog (ma non il testo completo, solo il link con un breve sommario). Tumblr inoltre ci dà la possibilità di inserire il nostro blog in una directory. Le categorie da scegliere sono molto ampie, ed è presente anche una directory “erotica” per gli scatti più maliziosi.

CONTRO: Il supporto SEO è scadente, per non dire inesistente, nonostante sia stata introdotta da tempo l’opzione di modificare il permalink delle url e la possibilità di taggare i post. Tumblr inoltre non permette di inserire commenti, e bisogna ricorrere obbligatoriamente al supporto di Disqus. Ma c’è da dire che non tutti i temi supportano l’opzione di inserire i commenti tramite Disqus.

Posterous
PRO: Posterous è perfetto per il casual blogging, cioè per quegli utenti che bloggano molto di rado. Infatti la sua forza sta proprio nel semplice sistema di post by email, che permette di inserire i contenuti tramite posta elettronica con una email a [email protected] Ma non è tutto, perché Posterous possiede una caratteristica molto interessante chiamata Autopost che permette di postare tutto quello che blogghiamo (compresi i tags) su altre piattaforme, non solo Facebook o Twitter, ma YouTube, Flickr, Blogger/Blogspot, WordPress, e tante altre, ridimensionando le foto e adattando i contenuti al template delle altre piattaforme. E’ possibile inserire commenti e autenticarsi anche tramite Facebook o Twitter. In più, tutti i templates hanno il pulsante Like di Facebook e il Tweet Button di Twitter per condividere ed esprimere il nostro gradimento.

CONTRO: Posterous ha pochi templates (e solo uno per i portfolio), e una grafica piuttosto minimalista (anche se il layouts è personalizzabile e con un po’ di lavoro è possibile anche infilarci uno dei temi di Tumblr), ma la sua grande pecca è di non avere una community molto attiva, soprattutto in Italia dove resta uno strumento di nicchia only for geeks. A livello SEO è certamente superiore a Tumblr, ma al momento non permette di modificare il permalink.

Meglio Tumblr o Posterous?
A mio parere si tratta di due piattaforme altrettanto valide, e la scelta andrebbe basata sull’utilizzo che ne vogliamo fare. Se blogghiamo su diverse piattaforme e siamo stufi di doverci autenticare ogni volta, meglio utilizzare Posterous come blog principale e diffondere da lì i nostri contenuti nella rete. Se invece vogliamo raggruppare tutti i nostri blog su una pagina principale che useremo come “biglietto di presentazione” per chi ci viene a trovare, allora è meglio aprire un tumbelog su Tumblr e raggruppare lì i nostri feed RSS.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>