Next Door: social network dei vicini di casa

di Redazione 1

Spread the love

 

Avete mai pensato di avere molto in comune con il vicino di casa e non saperlo nemmeno? Ebbene, anche in questo qualche social network ci può tornare utile. I vicini di casa, da sempre risultati a prima vista simpatici oppure antipatici, diventano quindi il punto di forza fondamentale di un nuovo social network emergete: Next Door.

 

Sicuramente la società sta cambiando, ed il mondo del web sembra proprio che ci voglia portare a diventare dipendente da esso in tutto e per tutto, anche nel fatto di andare a chiedere farina o caffe al vicino, e ancora, fare le riunioni di quartiere per parlare dei problemi che lo affliggono. Il social network Next Door, ci aiuta in questo, ovvero, nel stringere un nuovo rapporto sano di vicinato, in questa società che ci mette sempre in difficoltà per trovare un po’ di tempo libero, e di conseguenza, ci priva anche di un caffè con il vicino, oltre che di scambiare due chiacchiere rilassanti dopo una giornata di lavoro. Vediamo come funziona e a cosa serve.

 

Next Door, come un buon social network di quelli a cui siamo abituati quotidianamente, ci permetterà di mettersi in connessione solo con i nostri vicini di casa, proprio grazie allo sfruttamento di alcune API che si occupano della localizzazione dell’utente. Così facendo, non si potranno avere amici a distanza, ma solo ed esclusivamente i vicini di casa. L’obiettivo primario di Next Door, è quindi quello di mettere in comunicazione le persone che abitano vicine e che magari non si sono mai parlate e non sanno di avere una serie di interessi in comune. La potenzialità di questo social network è quello di avviare una conoscenza virtuale per poi passare a quella reale, che potrebbe andare a trasformare il rapporto tecnologico, in una trasposizione reale di conoscenza e rendere qualche momento della nostra giornata più piacevole, con un inaspettato nuovo amico.

Commenti (1)

  1. Si sa se si potrà usare anche in Italia? Per ora ho visto che ci sono solo stati americani. Grazie 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>