I Segreti della Casta, marketing contro la casta politica

di Giovanni Ferlazzo 2

La pagina Facebook de “I Segreti della Casta di Montecitorio” è solo un’operazione di marketing politico contro la casta attuata dal Popolo Viola. È quanto ha rivelato in una intervista Gianfranco Mascia, del Popolo Viola e IDV, al Fatto Quotidiano e pubblicata oggi, che svela i motivi dietro la nascita della pagina, e spiega (o meglio, praticamente spiega perché non può farlo) chi si cela dietro l’identità di SpiderTruman, rivelando inoltre importanti manifestazioni da organizzare durante l’autunno.

“Non è rivelante attribuire un nome reale a SpiderTruman – ha detto – perché la sua storia è verosimile. Piuttosto è importante che venga accertata la veridicità delle sue dichiarazioni senza che si ricorra al mero gossip”, si legge sul sito ufficiale del giornale. Il portavoce del Popolo Viola annuncia peraltro che queste accuse di SpiderTruman fanno solo parte di un progetto ben più ampio che da qui a settembre avrà l’obiettivo di portare alla luce altri precari sfruttati da altre Caste, come quella dei giornalisti, dei sindacati e molte altre ancora.

“Si tratta di un’operazione di rete, non di gruppo. Vogliamo sfruttare la nostra visibilità per un progetto di cambiamento più ampio che culminerà in una grande manifestazione in settembre per cambiare le logiche di cooptazione che affliggono il nostro paese”, ha aggiunto Mascia. Tutto sommato, finora SpiderTruman non ha fatto rivelazioni talmente eclatanti alle quali neanche i giornali erano arrivati. Ma è stato voluto così, proprio per riservare i colpi grossi per l’autunno. “Le notizie che finora ha riportato sono solo un antipasto, anche se in pochi daranno diffusione a quanto diranno i precari nelle prossime settimane”, dice temendo che i media oscurino l’importanza della pagina.

Perché dunque una pagina su Facebook (che peraltro è vicina ai 350mila fan) e non una normale conferenza stampa dove rivelare tutto? “Se avessimo fatto una conferenza stampa sui privilegi della Casta, chi ci avrebbe ascoltato? Nessuno. Metterci la faccia in questo caso non sarebbe servito a nulla, così abbiamo attirato l’attenzione in maniera diversa”. Missione compiuta, sicuramente.

[via]

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>