Facebook vale 15 miliardi di euro e 232 mila posti di lavoro per l’Europa

di Redazione Commenta

Spread the love

Sheryl Sandberg, Chief Operating Officer del team di Zuckerberg, nel corso della DLD Conference ha avuto modo di quantificare quello che è il vantaggio economico derivante dalla presenza di Facebook in Europa e che, stando a quelli che sono i dati resi noti, è risultato, almeno sino a questo momento, estremamente positivo.

A detta di Sandberg, infatti, la presenza di Facebook nel vecchio continente non solotanto ha incrementato, in maniera inesorabile, il numero di foto, immagini, considerazioni e post condivisi ma, per di più, ha anche giocato un ruolo di notevole importanza in fatto di opportunità di mercato offrendo alle aziende un nuovo e più che valido strumento grazie al quale poter comunicare senza problemi tanto con i propri dipendenti quanto con gli eventuali utenti interessati, unitamente alla possibilità di creare mercato.

L’economia Facebook in Europa, attenendosi alla stima prodotta da specifiche indagini Deloitte, avrebbe quindi un valore corrispondente a circa 15,3 miliardi di euro e ben 232 mila posti di lavoro.

Nel dettaglio, 1,9 miliardi di euro e 29 milla posti di lavoro occorrono per quantificare l’influenza delle sole app, ovvero delle nuove opportunità che ciascun developer ha la possibilità di far proprie creando nuove occasioni che prima, invece, non erano esistenti.

Continuando ad esaminare i dati delle indagini è anche possibile apprendere che circa 7,3 miliardi proverrebbero invece dal solo incremento di valore di un insieme di brand che grazie al rinomato social network in blu sarebbero riusciti ad ottenere non poco successo anche, e sopratutto, per quanto concerne gli investimenti in advertising.

Tenendo conto di tali dati il team di Facebook ha quindi annunciato che ben presto lancerà un’interessantissima offerta business che andrà ad interessare anche il Bel paese: 100 euro di advertising gratuito sul rinomato social network per ben 50 mila piccole e medie imprese sparse tra l’Italia, la Francia, il Regno Unito, la Germania ed anche la Spagna.

Via | VentureBeat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>