Facebook: negli Stati Uniti è il termine più cercato del 2011

di Redazione Commenta

Spread the love

Stando a quanto stimato da Experian Hitwise anche quest’anno, per il secondo di fila, Facebook è andato a configurarsi come il termine maggiormente ricercato online dalla vasta utenza del web raggiungendo il primo posto in classifica ed aggiudicandosi il 3,1% di tutte le ricerche eseguite durante il 2011.

Tenendo conto di tale dato e prendendo in considerazione quelli relativi allo scorso anno non è poi così difficile dedurre che, allo stato attuale delle cose, Facebook ha compiuto un salto del 46% rispetto al 2010 riscuotendo, ancora una volta, un notevole grado di successo tra il vasto popolo degli internauti.

Prendendo poi in considerazione quelle che sono le quattro varianti del social network in blu, quali Facebook, Facebook.com, Facebook Login e www.facebook.com ne deriva che Facebook detiene una percentuale del 3,48% presentando un incremento pari al 33%.

I quattro termini in questione sono inoltre apparsi nella top 10 della classifica visionabile di seguito.

  1. Facebook
  2. YouTube
  3. Facebook Login
  4. Graigslist
  5. Facebook.com
  6. Yahoo
  7. eBay
  8. www.facebook.com
  9. Mapquest
  10. yahoo.com

 

È anche importante notare come la ricerca del termine Facebook e le innumerevoli visite che, giorno dopo giorno, il social network riceve siano due elementi strettamente correlati tra loro.

Le persone che cercano la parola Facebook, infatti, potrebbero essere eventuali nuovi utenti o, ancora, internauti che sono alla ricerca di informazioni concernenti il social network.

I dati in questione, comunque, è molto importante sottolinearlo, fanno riferimento solo ed esclusivamente a quella che è la situazione degli Stati Uniti e non anche al Bel paese.

Inoltre, proprio a tal proposito, prendendo in esame soltanto il territorio statunitense ne deriva che Facebook, ad oggi, costituisce il 10,29% di tutte le visite degli utenti appartenenti agli Stati Uniti che sono state effettuate tra gennaio e novembre dell’anno corrente il che va ad evidenziare un aumento pari al 15% rispetto a quanto registrato nel 2010 in relazione al medesimo periodo.

Via | All Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>