Facebook: rendere invisibili le relazioni

di Redazione Commenta

 

 

Le impostazioni per la privacy di Facebook sono state a lungo oggetto di diatriba e soprattutto di discussioni tra utenti, società ed anche Enti che più volte hanno attaccato quanto l’utenza mettesse “in piazza” sul social network la propria vita e la propria attività pubblica.
Questa risorsa è diventata però quasi fondamentale nel quotidiano, per chi non ha avuto modo ancora di ottimizzare il proprio tempo e le proprie risorse onde dover evitare la frequentazione degli amici…anche quelli meno vicini. Si scavalcano le distanze e proprio per questo motivo ci sono una serie di cose che molti utenti vanno a porre in essere onde evitare di non far sapere troppe cose della propria vita privata, oltre che delle proprie relazioni.

 

Una cosa che non a tutti piace di Facebook, è la possibilità di rendere visibili le impostazioni legate alle proprie relazioni oltre che ai propri legami familiari. Questa cosa proprio non va giù a quegli utenti che amano la propria privacy relazionale, ma che per “colpa” della moglie/marito, fidanzata/o oppure dei parenti, è costretto ad accettare le relazioni familiari sul social network. Per un lungo periodo su Facebook, non era possibile decidere se e come, oltre che a chi, far visualizzare queste informazioni. Fortunatamente, nel tempo sono cambiate un po’ di cose, al punto che attraverso il nostro account potremo decidere quali dati filtrare.

 

 

Entriamo quindi su Facebook, andiamo in alto a destra sulla voce Account e poi scegliamo “Impostazioni sulla privacy”. Adesso andiamo nella sezione “Condivisione su Facebook” e cambiamo le nostre impostazioni cliccando su “Personalizzata”. Ora siamo veramente noi a decidere. Facciamo click sul link “Personalizza impostazioni” (in basso di colore azzurro) e leggiamo con calma l’elenco. Andiamo a scegliere le voci Relazioni e Familiari e selezioniamo in “Personalizzato”, solo le persone a cui vogliamo mostrare le nostre relazioni e quelle che vogliamo filtrare. Il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>