Facebook, priorità alle notizie preferite

di Redazione Commenta

Facebook sta modificando ancora una volta il suo News Feed per dare maggiore visibilità a cui gli utenti dedicano maggior tempo.

Facebook ha provveduto a meter mano all’algoritmo che governa il News Feed per permettere agli utenti di visualizzare direttamente in primo piano e sempre più numerose le notizie che potrebbero interessare maggiormente.

Tale scelta è stata intrapresa in seguito alla messa a segno di un grande lavoro da parte del team alle spalle del social network che ogni giorno si preoccupa di chiedere a migliaia di iscritti di riportare la loro esperienza e di inviare feedback sulle aree del servizio che gli piacerebbe poter migliorare.

Grazie a questo lavoro di affinamento Facebook ha imparato che il tempo passato a leggere una notizia è un importante segno dell’interesse dell’utente verso un certo contenuto.

Facebook ha dunque aggiornato nuovamente il suo News Feed per dare ulteriore priorità a tutte quelle notizie che il social network riterrà più interessanti e su cui gli utenti potrebbero avere intenzione di soffermarsi. Questa modifica all’algoritmo terrà conto della possibilità che l’utente clicchi su di un contenuto e dell’eventuale tempo che passerà a leggerlo.

Facebook ha inoltre provveduto a far sapere che prenderà in seria considerazione il tempo effettivo di lettura al netto del caricamento della pagina in modo tale da poter capire quali sono gli argomenti di maggiore interesse per gli utenti per potergli concedere ancora più visibilità all’interno del News Feed.

Da notare che le novità sono in fase di rollout e che la loro introduzione verrà estesa a tutti gli utenti poco alla volta nel corso delle prossime settimane, sia su computer sia su device mobile.

Photo Credits | Flickr

Via | ZDNet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>