Facebook potrebbe inserire spot video in autoplay nel news feed

di Redazione Commenta

Spread the love

Secondo le più recenti indiscrezioni la nuova frontiera della pubblicità su Facebook sarà tutta basata sull’autoplay il che sta a significare che tra non molto tempo le inserzioni pubblicitarie video, embeddate nel feed delle notizie in homepage, potrebbero partire direttamente da sole senza bisogno di alcun click da parte dell’utente.

La notizia va ancora a configuarrsi come un rumors e per il momento non è stata ufficializzata da facebook ma, nonsotante ciò, sta già facendo discutere parecchio.

A diffondere per primo la news è stato il portale statunitense AdAge che si occupa, appunto, di advertising online.

Qualora Facebook adottasse effettivamente un sistema pubblicitario di qusto tipo si tratterebbe di un ulteriore livello di intrusione economica nelle attività sociali senza contare poi l’inevitabile fastidio che gli utenti comincerebbero a provare per il meccanismo utilizzato.

Facebook dovrebbe vendere spazi pubblicitari e fornire parametri tecnici e dati algoritmici.

Gli inserzionisti acquistano poi lo spazio producendo il video secondo i parametri in questione ed il target a cui è indirizzato.

Gli spot, sempre secondo le indiscrezioni, dovrebbero avere una durata massima di 15 secondi (circa la metà di un comune spot televisivo).

Le notizie di Facebook, in tal modo, dovrebbero quindi diventare sempre più simili al modello delle featured stories, già sperimentato con successo sulla versione per smartphone, con in più l’autoplay in modo tale da evitare che i contenuti restino indifferenti agli occhi degli utenti.

La nuova “trovata” pare sia già stata mostrata in anteprima ad alcuni inserzionisti spiegando che il tipo di inserzione in questione potrà essere mostrata sino ad un massimo di tre volte al giorno tra soluzioni desktop e smartphone e lasciando ad ognuno la possibilità di gestire, a seconda delle diverse esigenze, tale opportunità.

Non si tratta tuttavia di una novità assoluta poichè gli inserzionisti possono già produrre spot sul sidebar e sul feed, ma questa una funzione poco sfruttata molto probabilmente a causa dello scarso numero di click che si ricavano.

Via | CNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>