Whatsapp e la bufala dei tecnici ENEL truffatori: precisazioni doverose

di Gio Tuzzi 2

Whatsapp e la bufala dei tecnici ENEL truffatori al centro di pericolose diffusioni in questi giorni, al punto da rendere necessarie precisazioni doverose. Ecco tutti i dettagli

La settimana in corso è caratterizzata da un elevato numero di novità per quanto concerne Whatsapp. L’ultima, in ordine di tempo, riguarda l’ennesima bufala che sta circolando tramite la nota app di messaggistica, questa volta concentrata su due reali tecnici ENEL autori di truffe che mai hanno compiuto.

A rendere ancora più grave la vicenda, poi, abbiamo il fatto che tramite l’app stiano girando anche le foto dei suddetti tecnici, con tutti i rischi del caso per la loro sicurezza. A tal proposito è giunto un importante chiarimento da parte della Polizia Postale:

“FALSI ADDETTI ENEL. Si è rivelata una bufala l’allarme scatenato tra ieri e oggi da un messaggio whatsapp che invitava a diffidare di due falsi impiegati Enel con tanto di foto. Purtroppo le foto ritraggono persone realmente dipendenti dell’azienda Enel energia e ciò ha arrecato agli stessi anche il pericolo di essere malmenati con la diffusione di tale notizia. Isoliamo questi irresponsabili e prima di viralizzare gli allarmi verificate o chiedete a noi. Le persone coinvolte loro malgrado sono state costrette a recarsi negli uffici della polizia postale di Salerno a sporgere denuncia”.

Insomma, ancora una volta viene fuori il lato negativo di app di messaggistica come Whatsapp, considerando l’enorme mola di bufale degli ultimi tempi.

Commenti (2)

  1. Tһanks ffor somne οther infodmative website. Ꮃheгe eⅼѕe could Ⅰ get thаt kind of
    info աritten іn suϲh a perfect means?
    I hɑѵе a challenge that I’m juѕt now wⲟrking օn,and I Һave
    Ƅeen on the look out for ѕuch info.

    Feel free tⲟ surf to mу homᥱρage … Apremedic

  2. I know about the rise of peettcosnalism in such places as Africa and South America, etc… I don’t discredit the religious experience, but there are tons of sociological factors to consider as well. I don’t discredit those either.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>