Whatsapp con la bufala del pagamento: situazione al 5 gennaio

di Gio Tuzzi Commenta

Torna viva come non mai la bufala che ci parla di Whatsapp a pagamento, almeno stando alle segnalazioni di alcuni utenti, i quali affermano di aver ricevuto un messaggio con il quale viene preannunciata la novità a partire da domani 6 gennaio. Tutto decisamente falso come potrete immaginare.

L’altra minaccia relativa a Whatsapp si riferisce invece al solito download di emoji, con tanto di link esterno attraverso il quale viene piuttosto scaricato un malware per l’utenza Android ed iOS. Occhio dunque a messaggi di questo tipo nel caso in cui vi dovessero arrivare:

“Se anche voi avete ricevuto uno strano messaggio via WhatsApp che invita a scaricare le ultime emoji animate per le applicazioni di messaggistica istantanea dei vostri smartphone, ignoratelo – fa sapere la pagina Facebook Una Vita da Social – Trattasi di un virus o di un’attivazione di un abbonamento a pagamento non richiesto. I veri aggiornamenti delle emoticon su WhatsApp annunciati sono possibili solo tramite gli update dell’app attraverso i canali ufficiali, come l’Apple store o Google Play, e mai attraverso messaggi contenenti link”.

Insomma, stiamo vivendo un periodo particolarmente intenso per quanto concerne le bufale e le minacce che corrono attraverso un’app come Whatsapp per gli utenti Android ed iOS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>