Weconomy Day: il social per le aziende

di Redazione Commenta

Dopo aver parlato di un’idea di legare marketing, aziende e social network, continuiamo sul nostro filone ed analizziamo una recente indagine del Centro Formazione Management del Terziario (CFMT). Quest’ultima, ha evidenziato come l’utilizzo dei social network, oltre che del VoIP nelle aziende e tra i colleghi, riesca a favorire maggiore trasparenza e soprattutto una maggiore collaborazione tra le persone.

Sotto inchiesta sono stati principalmente i software VoIP come Skype, subito dopo il canale di YouTube ed il social network Facebook. A contro di tante risorse già analizzate in passato, che dimostravano quanto il dipendente “perdesse” tempo prezioso sul web, al posto di lavorare attivamente, questa indagine presentata proprio il 24 Maggio 2011 durante il Weconomy Day (evento italiano dedicato alle nuove frontiere dell’economia e dei social network nella stessa), ha dimostrato l’esatto contrario.

Ad essere coinvolte, ben 1.000 Aziende tra fornitori di prodotti commerciali e fornitori di servizi. Ebbene, un Azienda su 5 sembra utilizzare attivamente le piattaforme di social network e soprattutto i software VoIP anche ad uso interno. Skype detiene il primato con il 48% degli utilizzatori, subito dopo troviamo il business social network LinkedIn per il 36,8%, seguito da Facebook con il 29,8% e da YouTube per il 26,4%.
Numeri interessanti se poi aggiungiamo anche le extra platform come i Wiki Aziendali ed i blog che sono rispettivamente al 19% ed al 17,3% del totale.

Le percentuali di cui si è parlato, tendono all’aumento nel concetto di economia condivisa per il futuro, anche perché c’è il duplice aspetto della competitività comunicativa e quello del risparmio. Le piattaforme tecnologiche, infatti, aiuterebbero i vecchi modelli di business a migliorare per la gratuità degli strumenti offerti nel mondo del web 2.0, oltre alla possibilità di acquisire strumenti professionali derivati da quelli gratuiti con poco più di un investimento minimo fatto per le vecchie tipologie di un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>