Vaccini e social network in lotta

di Redazione Commenta

 

Le case farmaceutiche e Farmindustria tutta hanno aperto una serie di dibattiti sul fatto che i social network mettano in crisi la Sanità. Il workshop tenutosi a Roma il 29 Settembre 2010, con il titolo “Vaccini: il passaparola, che confusione!“, ha messo il luce alcuni problemi derivanti da un passaparola sbagliato.

A parlare Daniel Jacques Cristelli, Presidente del Gruppo Vaccini di Farmindustria e le lamentele toccano soprattutto il mondo dei social network e delle tante false leggende metropolitane che circolano sul web. Secondo le ricerche fatte dal Censis, solo nei dati rilevati nel 2010, ci sono ben 4 informazioni su 5 reperibili sul web e sui social network che parlano dei vaccini con accezione negativa.
Facebook preso in esame nel dettaglio, ha visualizzato ben 40.000 pagine ed oltre 1.200 gruppi che parlano di vaccini, ebbene nel 95% delle analisi fatte su gruppi e pagine troviamo solo critiche verso il vaccino. Le critiche sono spesso rivolte ai sistemi immunitari ed agli attacchi procurabili.

Daniel Jacques Cristelli ha commentato questi dati ed ha dichiarato che il giudizio negativo non viene dalla diretta comunità, bensì anche da un passaparola che inevitabilmente scorre sul web e che può essere molto negativo per bambini ed anziani. Farmindustria per contrastare questo evento, ha deciso di promuovere un “libro bianco” che offra molta chiarezza su prevenzione e validità del vaccino. Inoltre dovrebbe essere una sorta di completeli FAQ contro i pregiudizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>