Twitter è in trattativa per l’acquisto di TweetDeck?

di Redazione 2

TweetDeck costituisce uno tra i più popolari client Twitter di terze parti attualmente disponibili sulla piazza che, proprio grazie alle sue accattivanti ed utili features è riuscito a guadagnarsi il favore della vasta utenza impegnata e, a detta del Wall Street Journal, anche dello stesso servizio di micro blogging.

Alcune ore fa, infatti, il Wall Street Journal ha fornito un’interessante segnalazione concernete, appunto, l’intenzione di Twitter di comprare TweetDeck e la cui trattativa prevederebbe l’acquisto del client per una cifra pari a ben 50 milioni di dollari.

Secondo alcune voci, però, TweetDeck era già in trattative con UberMedia, la società nota anch’essa per la realizzazione di validi client per il servizio di micro blogging in questione, da cui aveva però ricevuto un’offerta compresa tra i 20 ed i 30 milioni di dollari e la quale aveva dichiarato di volersi mettere all’opera nel creare un servizio in grado di far concorrenza a Twitter abbattendone i limiti (come nel caso dell’impossibilità di inserire un numero di caratteri superiore ai 140 per ogni aggiornamento di status) e fornendo numerosi vantaggi ai suoi utilizzatori.

Quindi, tenendo conto di quanto appena dichiarato, la nuova intenzione di Twitter andrebbe a configurarsi come una vera e propria mossa strategica (risultando, tra l’altro, il più grande investimento della società degli ultimi tempi) grazie alla quale non soltanto sarebbe possibile incrementare ulteriormente il favore dei suoi utilizzatori, dunque tanto il traffico quanto il bacino d’utenza, e rendere il servizio di micro blogging ancor più facilmente accessibile ma, inoltre, verrebbero eslcuse anche tutte le eventuali possibilità concesse ad UberMedia di scatenare una sana concorrenza.

Appare però necessario sottolineare che, allo stato attuale delle cose, sul fatidico acquisto non vi è alcuna certezza, e, qualora le trattative dovessero andare a buon fine per Twitter non è ancora chiaro quando e secondo quale modalità saranno introdotti gli inevitabili cambiamenti.

Via | The Next Web

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>