Twitter invia suggerimenti personalizzati sui migliori following

di Redazione Commenta

Da qualche ora a questa parte per gli utenti mobile di Twitter è disponibile una nuova ed interessante funzione destinata a passare tutt’altro che inosservata: i suggerimenti sui migliori following.

La notizia è stata annunciata dallo stesso team di Twitter mediante la pubblicazione di un apposito post sul blog ufficiale dell’azienda in cui, appunto, vengono spiegate tutte le caratteristiche della nuova funzionalità.

Il team di Twitter fa sapere che d’ora in avanti collegandosi al social network mediante le apposite app per Android e per iOS è possibile ricevere raccomandazioni su eventuali account da seguire quando un numero rilevante della propria rete sociale segue lo stesso account o replica lo stesso tweet.

Abbiamo nel tempo migliorato gli algoritmi – sulla base dell’attività e dei feedback utenti – allo scopo di inviare solo gli aggiornamenti più rilevanti. Questo ci porta oggi a distribuire questa funzionalità a più utenti. Twitter per Android e Twitter per gli utenti iPhone riceveranno raccomandazioni tramite una notifica push. Come per ogni notifica sarà possibile modificare le impostazioni in qualsiasi momento e anche disattivarla.

La nuova funzione non va quindi confusa con i suggerimenti dati dal social network in base ai propri follower che sono cosa decisamente ben diversa.

La nuova feature è stata sperimentata mediante l’account @MagicRecs che per un anno ha inviato messaggi diretti contenti suggerimenti personalizzati. La funzione ha portato non poche soddisfazioni agli utenti ed è stata particolarmente apprezzata dai giornalisti.

Il New York Times, ad esempio, ha gradito in maniera particolare la feature considerandola addirittura un vero e proprio portento per gli utenti che si occupano di comunicazione e che hanno il timore di perdere le news più importanti.

Certo, non sono mancati alcuni casi di spam ma i nuoi algoritmi si sono comunque rivelati tanto efficaci quanto convincenti.

La nuova funzione è già stata implementata su Twitter ma considerando che il rollout è stato avviato da poco non c’è da preoccuparsi qualora in queste ore non dovesse essere ancora disponibile.

[Photo Credits | Flickr]

Via | TechCrunch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>