Twitter acquisisce Vine: in vista un proprio servizio di video hosting?

di Redazione 2

Nel corso delle ultime ore Twitter ha poratto a segno l’acquisizione di Vine, una startup di New York ancora agli albori, composta da soli tre dipendenti e specializzata in video sharing su iOS.

L’idea originaria di Vine era quella di fornire funzionalità adibite alla condivisione dei filmati che permettessero di non dover effettuare procedure tecnicamente complesse.

Ad oggi, però, Vine non ha ancora provveduto a proporre alcuna applicazione, neanche sotto forma di prodotto sperimentale.

Considerando le informazioni in questione appare quindi opportuno interrogarsi sul perchè Twitter ha effettuato un acquisizione di questo tipo, convenienza della cifra investita a parte (al momento non è stata ancora resa nota la cifra pagata da Twitter ma è sicuro il fatto che sia abbastanza contenuta considerando la poca notorietà della startup e lo stato in cui si trova).

La mossa di Twitter potrebbe quindi mirare allo sviluppo di una tecnologia proprietaria mediante cui poter accogliere direttamente i video degli utenti procedendo quini in maniera analoga a quanto è stato fatto lo scorso anno con le immagini e con Photobucket.

Gli utenti, in tal modo, non dovrebbero più rivolgersi a servirsi di terze parti per l’upload e la condivisioen dei filmati, un dato questo che permeterebbe a Twitter di assumere un maggior controllo del proprio ecosistema e, inoltre, di fornire una migliore esperienza d’utilizzo e, ovviamente, anche migliori prestazioni.

Qualora fossero queste le effettive intenzioni di Twitter la novità in questione non è però destinata a debuttare entro tempi brevi a causa di alcuni problemi tecnici da superare.

A differenza di Facebook e Google+ su cui si possono già condividere i video ed è possibile scegliere a chi mostrare quel dato contenuto su Twitter, invece, sono disponibili soltanto le opzioni pubblico e privato il che sta a significare che gli utenti dovrebbero scegliere se condividere oppure no i propri contenuti in base a tale limitazione.

In ogni caso staremo a vedere.

Via | AllThingsD

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>