Social network per animali, una moda sempre più diffusa

di Francesco Russo Commenta

Come Facebook e Twitter ai primi tempi del boom di iscrizioni e di contatti, anche i social network dedicati al mondo degli animali stanno trovando molto spazio nella vita degli uomini che sono dedicati sempre più ai loro amici a quattro zampe. Ma non parliamo solo di cani e gatti, infatti dire quattro zampe è riduttivo. E’ aumentato sempre più il numero degli iscritti tra uccellini e galline, oltre che scoiattoli ed altri animali domestici a due zampe. Questa moda trova l’apoteosi della sua espressione in Petbook. L’animal network in questione è italiano ed è disponibile al sito www.petbook.com. E’ proprio una vera riproposizione di Facebook che a poco meno di un anno dalla sua nascita, riesce già a sostenere gli oltre 6.000 iscritti. Solo Roma riesce già ad avere un Palmares con i suoi oltre 900 animaletti iscritti. Solo al secondo posto c’è Milano con i suoi 700 iscritti all’animal network. Questo sito viene ad essere una sorta di clone di quello umano, infatti anche qui troviamo la possibilità di pubblicare i nostri (o dei nostri animali) pensieri in bacheca, oltre che le fotografie personali e fare e ricevere richieste di amicizia. Inoltre per ogni cucciolo è disponibile una sorta di classifica che è fatta direttamente dagli utenti.
Con un semplice click sul profilo, molte sono le informazioni a cui si accede, ad esempio la data di nascita, la residenza, e lo status personale…perchè anche gli animali spesso hanno un/una compagno/a. Tante sono le cose “bizzarre” che gli utenti si divertono a pubblicare, ad esempio l’affezione per l’animale domestico ad un oggetto particolare, gli animali che amano cantare, o gli animali tifosi che al momento della partita in TV della propria squadra del cuore si immobilizzano davanti allo schermo. Petbook permette però anche di utilizzare dei servizi importanti, come la possibilità di inserire annunci per gli animali smarriti, o ancora dare notizie sugli avvistamenti di animali maltrattati. Non manca la sezione di animali che cercano una casa oppure gli annunci dei lavoratori degli animali, tipo dogsitter, trainer e veterinari che si fanno conoscere grazie alla piattaforma. Sicuramente il motivo dell’utilizzo più diffuso di Petbook è quello del trovare l’anima gemella al proprio animaletto, tanto da permettere accoppiamenti e prolificazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>