Nasce Smsocialnetwork.com, il primo social network sulla sclerosi multipla

di Francesco Russo Commenta

 

È accaduto a Napoli. Si tratta del progetto messo a punto dall’Azienda Ospedaliera Universitaria della Seconda Università di Napoli (SUN). Gli studiosi e i docenti dell’Università hanno pensato di creare un social network per far interessare sempre di più le persone alla tematica della sclerosi multipla che ha bisogno di attenzione di modo che la ricerca venga alimentata. La piattaforma sociale si chiama Smsocialnetwork.com e ha avuto in pochissimo tempo un pubblico di 300 utenti.

 

In Italia ci sono circa 60 mila malati di Sclerosi multipla e sembra fondamentale creare una comunità on-line che possa raccogliere e far condividere a chi soffre di questa malattia opinioni, esperienze, situazioni. Il progetto è partito da pochissimo, quindi, avrà bisogno di continui aggiornamenti. Infatti, è prevista la creazione di una chat, l’inserimento di contenuti scientifici, la possibilità di effettuare degli eventi in streaming con medici. Gli specialisti potranno, una volta partecipato a convegni o eventi sulla malattia, inviare video, filmati o foto tramite il loro cellulare alla community in modo che tutti possano essere informati in tempo reale. Il dottor Luigi Lavorgna, neurologo della SUN e responsabile della ricerca insieme a Gioacchino Tedeschi e Simona Bonavita, ha affermato:

 

Quello che abbiamo voluto fare non è stato mettere in piedi un ennesimo sito scientifico, bensì un vero e proprio punto di incontro fra i malati, i loro familiari, i medici e tutte le persone che ruotano intorno a questo mondo o ne sono interessate. Ci sono, certo, tutte le notizie che contano, sulle quali la richiesta di chiarimenti è incessante, tenuto conto che molte notizie che girano non hanno fondamento scientifico. Ma abbiamo anche un network di persone che raccontano la loro esperienza, sezioni dedicate al cinema in cui questa malattia ha un ruolo, magari perché ne è affetto uno dei personaggi, e poi spazi che parlano di viaggi e tempo libero.

Foto Credits| Zingaro. I am a gipsy too. su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>