Nuovo bug WhatsApp rende visibili alcuni numeri di telefono

di Gio Tuzzi Commenta

Emergono indicazioni interessanti per il pubblico Android e non solo, secondo quanto raccolto di recente

La popolare applicazione di messaggistica sociale WhatsApp è tornata al centro di polemiche, considerando il fatto che in queste ore è stato denunciato un nuovo bug. Un ricercatore ha messo in guardia su una nuova funzionalità di WhatsApp che si chiama “Click to Chat” e che, a quanto si dice, mette a rischio i numeri di cellulare.  I numeri, secondo il ricercatore, sono indicizzati da Ricerca Google che consente a chiunque di trovarli. Tuttavia, WhatsApp ha dichiarato che non è un grosso problema e che i risultati dei numeri di telefono vengono visualizzati solo se l’utente ha scelto di renderlo pubblico.

WhatsApp

Maggiori dettagli sul nuovo bug di WhatsApp

La funzione Click to Chat aiuta gli utenti ad avviare una chat di WhatsApp con un altro utente anche se i numeri di telefono non sono stati salvati nelle rubriche del mittente. Ciò consente a determinati siti Web di chattare con i propri visitatori senza dover salvare il numero di telefono. Jayaram ha affermato che i numeri di telefono degli utenti che utilizzano questa funzione possono essere visualizzati nei risultati di ricerca di Google perché la ricerca indicizza i metadati della funzione. Facile immaginare quali siano gli effetti potenziali per questo bug, che a conti fatti rende più facile per i truffatori mettere insieme un elenco di numeri di telefono legittimi. Il ricercatore ha trovato 300.000 indicizzati su Google al momento.

Jayaram è stato citato dicendo da Threatpost. Secondo la fonte, infatti, allo stato attuale dei fatti il bug WhatsApp di cui tanto si parla in queste ore si presta a numerose indicazioni. Un utente malintenzionato può inviare messaggi a coloro che devono fare i conti con questo bug. Oltre a chiamarli, vendere i loro numeri di telefono a soggetti terzi come spammer, truffatori. Attraverso il profilo di WhatsApp, possono vedere la foto del profilo dell’utente, e fare una ricerca per immagini inverse per trovare i loro altri account sui social media e scoprire molto di più su un individuo mirato.

Staremo a vedere se ci saranno prese di posizione più decise da parte di WhatsApp per ovviare al problema in questione da oggi 8 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>