Kevin Rose assunto da Google

di Redazione 1

Da “nuovo Bill Gates” a impiegato di Google, è questo il percorso di Kevin Rose, il fondatore di DIGG è stato assunto da Google, anche se non sappiamo bene quale sarà il suo ruolo, probabilmente Rose aiuterà Big G ad avere un contatto più diretto ed “umano” con gli utenti, non è escluso che Kevin venga in qualche modo coinvolto nel rilancio di Google Plus, social network che, al momento, non ha dato i risultati sperati.

Kevin Rose, classe 1977, è famoso per aver fondato DIGG, piattaforma di social bookmarking lanciata nel 2004, allora si parlava di Kevin come il nuovo genio della Silicon Valley, pochi anni dopo il suo trono è stato “rubato” dal giovane Mark Zuckerberg, salito alla ribalta mondiale con Facebook.

Rose è rimasto alla guida di DIGG fino allo scorso anno, purtroppo, come tanti altri siti, anche DIGG è stato colpito dalla crisi ed oscurato dal successo di Facebook e Twitter. Kevin Rose è noto anche per il suo lavoro come presentatore di un programma televisivo su Tech TV e per essere stato coinvolto, in vari ruoli, nella crescita di colossi come Twitter, Gowalla (recentemente acquistato da Facebook) e Foursquare.

Dopo aver lasciato DIGG, Rose ha fondato varie Web TV ed ha iniziato a lavorare insieme al team Milk per creare una applicazione social, chiamata Oink. L’app non ha riscosso il successo sperato, a dispetto dei 150.000 download registrati nel primo mese, nonostante la sua carriera sia composta da alti e bassi, Kevin Rose è un personaggio positivo ed ancora rispettato dal pubblico, per questo Big G ha deciso di assumerlo, insieme a tutto il gruppo che ha lavorato su Oink.

Vedremo nelle prossime settimane quali saranno i compiti che Kevin Rose svolgerà per Google, come detto, un suo coinvolgimento nel rilancio di Google Plus non è assolutamente da escludere, anzi, al momento sembra la cosa più probabile.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>