Hashtag è stato il termine più popolare del 2012

di Redazione Commenta

Spread the love

Hashtag, il termine impiegato su Twitter per raggruppare tutti quelli che sono i contenuti facenti riferimento ad uno stesso tema, è stata eletto, proprio nel corso delle ultime ore, il vocabolo più popolare in Europa relativamente al 2012 oramai trascorso.

Hashtag, per chi non lo sapesse, è un termine costituito dall’unione del vocabolo inglese “hash”, indicante il cancelletto (#) e dalla parola “tag”, che tradotta in italiano significa “etichetta”.

Su Twitter, così come ben sanno tutti coloro che si servono del social network cinguettante, l’hashtag si colloca prima di una parola che viene preceduta dal cancelletto e che sta ad indicare, appunto, la categoria tematica di riferimento.

Il termine è stato eletto dalla American Dialect Society, una società americana fondata nel 1989 che si dedica principalmente allo studio della lingua parlata nel nord America.

La American Dialect Society ha infatti chiarato che su Twitter, così come anche in varie altre occasioni, gli hashtags hanno creato una vera e propria tendenza sociale poiché permettono di allargare i messaggi facenti riferimento ad argomenti di varia tipologia passando dalla politica sino ad arrivare alla musica pop.

Tra gli hashtag più popolari del 2012 sono presenti #London2012, #Obama, #Romney e #WhitneyHouston.

Da notare che, Twitter a parte, il il termine hashtag ha raggiunto un elevato grado di popolartià nel 2012 anche grazie all’utilizzo della parola che viene fatto su altri servizi social come, ad esempio, Facebook, il social network per eccellenza, ed anche Instagram, l’app mediante cui scattare foto, applicarvi dei filtri e condividerle poi con altri utenti.

Tenendo conto di ciò la parola hashtag ha quindi superato altri termini molto popolari come “Gangnam Style”, la canzone del rapper sudcoreano K-pop, e “Yolo”, acronimo in inglese che sta per “Solo si vive una volta”.

Non è comunque la prima volta che un termine proveniente dal web ottiene particolare successo.

Basti infatti pensare al 2010 quando il termine più popolare fu, appunto, Twitter.

Photo Credits | deviantART

Via | Mashable

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>