Grow The Planet, il social network per gli amanti dell’orto

di Francesco Russo Commenta

 

Avete una passione per la campagna? Amate coltivare frutta, verdura, ortaggi e la vostra principale passione è quella di vedere i risultati del vostro orticello? Nasce ai primi di marzo Grow The Planet, il social network per tutti gli appassionati del mondo verde. Opera di Gianni Gaggiani e di un team tutto italiano, ad oggi la startup conta circa 10mila utenti ed è diventata una piattaforma che fa comprendere a tutti come si possono coltivare le verdure a casa in modo sano e genuino.

 

L’applicazione che funziona proprio come un social network può essere capita tramite il sito ufficiale da questo indirizzo dove viene riportato anche un video esplicativo per comprendere come iniziare a coltivare il proprio orto. Con una semplice procedura sarà possibile per tutti gli utenti registrarsi. In base alla geolocalizzazione la piattaforma riuscirà in men che non si dica a consigliarvi quali sono le coltivazioni più adatte per la zona climatica nella quale vivete e per il periodo nel quale vi iscrivete alla community. Passo dopo passo potrete seguire ogni fase della coltivazione e capire tutti i segreti di chi ama l’orto.

 

 

Le chicche sono rappresentate dalla possibilità di ricreare l’orto in base allo spazio che avete a disposizione in casa. Potrete praticamente disegnare il vostro balcone, la terrazza o il giardino della vostra casa per capire lo spazio che avete a disposizione e come farlo funzionare al meglio.  Una delle opportunità più grandi di Grow The Planet è quella degli scambi con la comunità. Infatti, tutti gli utenti possono scambiarsi attraverso i social network locali istantanei gli ortaggi biologici coltivati in casa propria. Risparmiando denaro e dando un’occhiata anche alla salute potrete scambiare i vostri prodotti con gli utenti della comunità scambiandovi tempo, strumenti, attrezzature, prodotti. In collaborazione con Grow The Planet sta lavorando anche Slow Food che ha lanciato attraverso la piattaforma l’iniziativa “Orto in condotta”.

Foto Credits| HikingArtist.com su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>