Facebook sceglie il protocollo Spdy

di Redazione Commenta

Facebook è costantemente alla ricerca di nuove ed interessanti soluzioni in grado di rendere quando più veloce possibile il web, un modus operandi questo che ha portato il celebre social network in blu alla scelta della strategia suggerita da Google e nota con il nome di Spdy.

Trattasi, per chi non lo sapesse, di un progetto che, appunto, ha origine direttamente da big G e che mira alla realizzazione di un nuovo protocollo grazie al quale la ben nota azienda californiana intende offrire maggiore velocità nel trasporto delle informazioni online unitamente ad un continuo processo di cifratura al fine di garantire un livello di protezione sempre più alto e, sopratutto, che risulti sempre migliore.

Da qualche ore a questa parte, Facebook, mediante la pubblicazione di un’apposita nota sulla mailing list ufficiale del consorzio W3, ha fatto sapere di aver scelto, per mano di un ingegnere alle proprie dipendenze, la strada che è stata intrapresa da big G implementando quindi all’interno dei propri server tutte quelle che sono le tecnologie necessarie per accogliere e supportare Spdy.

Lo Spdy, inoltre, è stato consigliato come possibile base sulla quale poter costruire la prossima edizione del protocollo HTTP.

Ma quali sarebbero gli effettivi vantaggi, in termini di sicurezza e velocità, derivanti dall’adozione del protocollo Spdy?

Per quanto riguarda la velocità Spdy punta su un sistema di compressione degli elementi HTML che costituiscono la pagina ed assegna diversi gradi di priorità alle risorse delle pagine online.

Per quanto riguarda invece il fattore sicurezza viene assegnato un protocollo Secure Sockets Layer (SSL) che, generalmente, è utilizzato per le transazioni bancarie o su quei portali dove vengono trasmesse informazioni che devono rimanere riservate ed è possibile riconoscerlo dalla “s” collocata direttamente dopo il classico “http”.

Facebook, comunque, non è il primo social network ad aver scelto di adottare SPDY: anche Twitter, qualche mese fa, ha infatti fatto sapere di aver fatto la medesima scelta.

Via | CNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>