Facebook lavora a Host Chat, una chat room pubblica

di Redazione Commenta

Di applicazioni di messaggistica istantanea e di stanze virtuali per incontri ne esistono oramai a bizzeffe e WhatsApp e SnapChat sono soltanto alcuni degli esempi possibili.

Tenendo conto di ciò anche Facebook pare stia pensando ad una chat room con caratteristiche completamente differenti rispetto a quanto attualmente offerto.

A diffondere per primo tale voce è stato TechCrunch ma per il momento la notizia non ha ancora trovato conferma ufficiale.

In ogni caso stando a quanto riportato la classica chat attualmente disponibile non subirà alcuna variazione ma a questa Facebook potrebbe decidere di affiancarne un’altra identificata con il nome in codice di Host Chat.

Grazie a tale Host Chat gli utenti potranno creare delle stanze virtuali all’interno delle quali comunicare sia con le persone presenti nella propria lista amici sia con gli amici degli amici mediante un sistema ad inviti.

Nella Host Chat di Facebook potrà essere inserito soltanto del testo, le funzioni video sono quindi tagliate fuori.

Tenendo conto delle sue presunte features la Host Chat di Facebook ricorda quindi le caratteristiche della cara vecchia chat di AOL.

Il funzionamento della Host Chat di Facebook dovrebbe partire dall’inserimento di un nuovo pulsante nella sezione adibita all’update dello status. Il pulsante dovrebbe permettere di aprire e nominare una chat assegnadovi inoltre un argomento ed una scadenza temporale. La chat andrebbe poi ad aprirsi direttamente sul feed della homepage di Facebook.

Quel che lascia qualche dubbio è però la gestione della privacy. Risulta infatti abbastanza complicato immaginare come potranno essere risolti gli inevitabili problemi generati dalle interazioni tra gli utenti coinvolti nella nuova chat. Di certo potranno essere impostate restrizioni e potranno essere rimosse le persone non più gradite ma non è detto che tali misure siano sufficienti.

Al momento, comunque, non risultano disponibili ulteriori dettagli ma sicuramente sarà possibile saperne di più durante le prossime settimane.

[Photo Credits | TechCrunch]

Via | Ubergizmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>