Alcuni messaggi ancora oggi bloccano WhatsApp: alcune raccomandazioni

di Gio Tuzzi Commenta

Dritte utili per approcciare una situazione particolarmente insidiosa

In questi anni diverse situazioni hanno fatto crashare WhatsApp. Basti pensare al messaggio del punto nero, che conteneva alcuni caratteri invisibili che WhatsApp, soprattutto in riferimento alla sua versione ottimizzata sul sistema operativo Android, non era in grado di riprodurre. Oggi voglio prestare attenzione a un’altra situazione critica, in relazione a quelli che vengono definiti strani messaggi di testo lunghi e vcard.

WhatsApp

Come si può bloccare WhatsApp a settembre 2020

Non esiste un modo generale per descrivere questi testi, secondo quanto riportato di recente da WABetaInfo. Quindi, la fonte preferisce chiamarli “messaggi spaventosi”. I messaggi strani spaventosi sono molto pericolosi e possono rendere particolarmente complicata la propria esperienza su WhatsApp. Fondamentalmente, un contatto potrebbe inviare un messaggio che contiene molti caratteri strani. Se li leggi per intero, non hanno senso, ma WhatsApp potrebbe interpretare il messaggio in modo sbagliato.

A volte WhatsApp non è nemmeno in grado di riprodurre il messaggio totalmente, perché la sua struttura è così strana: la combinazione di questi caratteri crea una situazione in cui WhatsApp non è in grado di elaborare il messaggio, determinando un crash infinito. Arresto anomalo infinito significa che, quando apri WhatsApp, si blocca e e continua a farlo a lungo. Se provi ad aprire di nuovo l’app, continua a bloccarsi.

Non esiste una soluzione efficace e generale per risolvere questo problema, perché WhatsApp dovrebbe studiare attentamente il problema e implementare una soluzione finale. Molti utenti hanno affermato di aver riscontrato lo stesso problema, in particolare gli utenti dal Brasile, il paese in cui questo sta diventando un fenomeno diffuso.

A volte questi messaggi spaventosi sono semplicemente vcard. Apparentemente. Se apri la vcard, puoi verificare che potrebbero esserci circa 100 contatti associati. Ogni contatto ha un nome strano molto lungo, che contiene un codice di arresto anomalo. A volte viene modificata anche la vcard, inviando qualcosa chiamato Payload che peggiora la situazione.

Una soluzione potrebbe arrivare dal blocco dei messaggi in entrata da parte di utenti che non conosciamo, considerando il fatto che spesso e volentieri tali testi giungono da fonti per noi sconosciute. Starmeo a vedere se da WhatsApp arriveranno metodi più definitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>