La febbre suina dilaga su Internet

di Redazione Commenta

Se esiste un argomento che viene trattato quotidianamente su Internet è l’influenza suina e tutti i morti che quotidianamente fa per il mondo. La blogosfera di solito non sta a guardare quando vengono immessi nel circuito dei media argomenti simili, e soprattutto i social network sono al centro dell’attenzione su questo argomento.

Soprattutto in Italia, vediamo che l’influenza suina sta quotidianamente preoccupando gli abitanti e creando morti improvvise. I filoni di pensiero che si scatenano on line sono divisi tra chi ha paura della stessa influenza, tra gli anti allarmisti, ed tra quelli che fanno parte di una nuova categoria: quelli che mettono in allerta i cittadini dal vaccino.

Scenario di questi personaggi sono gli utenti di Facebook e di YouTube, social network molto noti al popolo di internet che danno sempre novità a riguardo soprattutto coivolgendo esperti e vittime di ogni tipo. Ma quello che di recente si sta diffondendo è la tendenza anti-vaccino che su Internet la fa da padrona. A partire dai blog, passando per i social network per arrivare alle pagine dei quotidiani on line, molti sono gli utenti che lanciano l’allarme a questo nuovo vaccino preparato per la diffusione al mondo intero, in difesa della A/H1N1.

Questo allarmismo viene giustificato dal fatto che tra i composti di preparazione dello stesso ci siano due componenti chimici che andrebbero (per il futuro) a creare dei danni alla nostra salute: questi sono lo squalene e l’idrossido di alluminio, definiti due additivi pericolosissimi. Ovviamente noi per diritto di cronaca ci limitiamo a parlare degli infiniti gruppi che stanno sorgendo su Facebook e delle pagine dedicate ai video di YouTube che rendono nota la paura dei cittadini di fronte a questo stesso, ma sulla vedidicità delle informazioni rimandiamo alla stampa di settore.

Quello che più colpisce la nostra attenzione è che su Facebook è stata aperta una pagina mondiale che tenta di seguire casi e sviluppi dell’influenza suina nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>