Il giorno dopo il Pesce d’Aprile

di Francesco Russo Commenta

 Dopo lo scherzo di Cadie da parte di Google, che ha illuminato gli occhi increduli dei tecnici, passiamo oggi in rassegna i Pesci d’Aprile che ieri ci hanno regalato i “soliti noti” del Web.
Lo scherzo sicuramente più apprezzato dalla popolazione del Web, è quello fatto da You Tube ai propri utenti. Il suggerimento del giorno diceva che: “i monitor moderni offrono una migliore qualità di immagine quando vengono capovolti”. Per vedere i video capovolti sono stati dispensati dei consigli tipo: “Inclina la testa di lato: immagina che ti sia entrata dell’acqua in un orecchio e devi farla uscire. Oppure puoi traslocare in Australia: lì è tutto capovolto, quindi potresti ottenere un’esperienza di visualizzazione di YouTube più naturale”.
Oltre You Tube e Google un altro Pesce d’Aprile ci è stato tirato da The Guardian, che ha pubblicato un annuncio ieri del tipo: “Dopo 180 anni di inchiostro e pubblicazioni, il Guardian annuncia che diventerà il primo giornale al mondo ad essere pubblicato esclusivamente su Twitter, il popolare social network che con il suo servizio di microblogging ha rivoluzionato la comunicazione online”. Ovviamente molteplici sono stati i commenti sul sito del quotidiano che è stato preso d’assalto per la scelta azzardata. La domanda era basata sul come molti giornalisti avessere potuto racchiudere tutti i propri articoli in sole 140 battute. Questo scherzo è stato connotato come un interessante stimolo di riflessione dei giorni d’oggi, periodi in cui la crisi dei giornali vede in Internet l’unica ancora di salvezza. La notizia si è “trasformata” in scherzo agli occhi degli utenti quando The Guardian, a fine comunicato aggiunge che è partito già un progetto, alquanto ambizioso, di tradurre tutto l’archivio del giornale a partire dal 1821 in formato Tweet.
Ciliegina sulla torta è stata la dichiarazione di Jim Buckmaster, amministratore delegato di Craigslist, che ha dichiarato che il prossimo mese annuncerà sul web un nuovo social network che non necessiterà più di collegarsi ad Internet perchè basato sulla telepatia e che quindi trasformerà ogni social network in obsoleto.
La notizia del The Guardian è stata diffusa dal giornalista Maurizio Molinari, il corrispondente USA de La Stampa che si trova a Londra come inviato per il G20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>