Gli smartphone più pericolosi per la salute il 26 ottobre

di Gio Tuzzi Commenta

Analisi più approfondita a proposito degli smartphone più pericolosi per la salute il 26 ottobre, in riferimento a quanto emerso negli ultimi giorni

Ci sono alcune importanti informazioni che non possiamo non prendere in considerazione a proposito degli smartphone più pericolosi in circolazione, relativamente ad un upgrade con cui potremo individuare quelli che ci fanno assorbire un maggiore quantitativo di energia.

Cerchiamo a questo punto di scendere maggiormente nel pratico, individuando insieme la lista degli smartphone più pericolosi dopo le notizie che abbiamo avuto modo di raccogliere proprio in queste ore:

iPhone 7 Plus: il popolare telefono di casa Cupertino ha un tasso di assorbimento specifico (SAR) di 1,24 watt per chilogrammo.
Blackberry DTEK60:  ha un SAR di 1,28 watt per chilogrammo.
ZTE Axon 7 Mini: questo modello della società cinese Axon 7 ha un SAR superiore a 1,29.
iPhone 8: ha un tasso stimato a 1,32. Un chiaro esempio che mostra che avere un telefono sofisticato non significa necessariamente minori emissioni di radiazioni.
Sony Xperia XZ1 Compact: i valori iniziano ad aumentare, qua si parla di 1.36.
iPhone 7: l’ultimo modello in questa lista ha un valore SAR di 1.38.
Huawei P9 Lite: il modello della casa cinese fa il suo ingresso con un valore pari a  1,38.
OnePlus 5: dispositivo Dual SIM card, valore stimato a 1,39.
Huawei Nova Plus: ha un SAR di 1.41.
Huawei P9: progettato in collaborazione con la società Leica Camera, questo modello ha un SAR di 1,43.
GX8 Huawei : ha un SAR superiore a 1,44.
Huawei P9 Plus: questo modello che ha un valore pari a 1,48.
Nokia Lumia 630: l’azienda finlandese appare con un valore pari a 1,51.
Huawei Mate 9: valore di 1.64.
OnePlus 5T: telefono dual SIM con il valore SAR più alto di 1,68.
Xiaomi Mi A1:  il dispositivo dual SIM Xiaomi Mi A1 è il più pericoloso con un SAR di 1,75 watt per kg.

Fate dunque attenzione a queste valutazioni, anche se gli ultimi modelli che sono stati lanciati sul mercato non sembrano poter entrare a far parte della top 10 dedicata agli smartphone più pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>