Facebook: conversazioni sotto controllo per prevenire attività criminali

Spread the love

Il team di Facebook ha compiuto un nuovo ed importante passo avanti volto a migliorare la sua piattaforma ed a garantire che non venga impiegata da malintenzionati per l’organizzazione di eventuali attività criminali.

Per far ciò, d’ora in avanti, il social network in blu più più celebre al mondo adotterà un apposito sistema in grado di rilevare comportamenti ritenuti sospetti procedendo all’analisi dei messaggi inviati e ricevuti dagli utenti e delle conversazioni che avvengono tra essi in chat.

Nel caso in cui venissero individuati messaggi e conversazioni sospette Facebook potrebbe anche provvedere a segnalarle direttamente alle autorità competenti.

Il software studiato e messo a punto da Facebook, però, non processa in maniera indistinta tutte le conversazioni che, giorno dopo giorno, avvengono tra gli innumerevoli utenti iscritti a Facebook ma lo fa solo e soltanto seguendo degli specifici criteri come, ad esempio, qualora due persone sono diventate amiche da poco, se hanno una notevole differenza di età, se non interagiscono di frequente tra loro e molto altro ancora.

Il software, inoltre, è in grado di riconoscere alcune delle frasi che generalmente vengono impiegate dai predatori sessuali.

Da parte dei vertici di Facebook, comunque, non vi è alcuna intenzione di spiare in massa le attività degli utenti ma solo e soltanto di utilizzare una tecnologia che sia capace di prevenire crimini come nel caso specifico dell’abuso sessuale sui minori.

Da notare che  il programma di sorveglianza è emerso dopo l’arresto di un cittadino statunitense che aveva programmato un appuntamento con una ragazza di appena 13 anni, così come sottolineato da Joe Sullivan, Chief Security Officer di Facebook.

Al momento non risultano disponibili ulteriori informazioni in merito al nuovo strumento ed al suo funzionamento ma, in ogni caso, resta da chiarire se, sicurezza a parte, la faccenda non vada oltre un certo limite: a molti utenti non piace l’idea di sentirsi osservati in conversazioni private.

Via | The Verge

2 commenti su “Facebook: conversazioni sotto controllo per prevenire attività criminali”

  1. 580266 67216This is the fitting weblog for anybody who desires to locate out about this subject. You notice a lot its nearly onerous to argue with you (not that I truly would wantHaHa). You undoubtedly put a brand new spin on a topic thats been written about for years. Nice stuff, simply fantastic! 604472

    Rispondi

Lascia un commento