Come scoprire chi ti blocca su WhatsApp

di Redazione 1

Probabilmente non tutti lo sanno ma su WhatsApp è disponibile un’apposita funzione grazie alla quale è possibile bloccare i contati reputati più fastidiosi. Quando viene bloccato un contatto su WhatsApp l’utente coinvolto n0n riceve alcuna notifica a riguardo ragion per cui non potrà mai sapere di essere stato bloccato.

Mediante la messa in atto di alcune semplici operazioni è però possibile scoprire chi ti ha bloccato su WhatsApp. Vediamo subito come fare.

Per scoprire chi ti ha bloccato su WhatsApp è possibile osservare due indicatori. Il primo indicatore è rappresentato dal fatto che non sarà più visibile né la data né l’ora dell’ultima visita del contatto e nemmeno se tale utente è online vale a dire se è connesso ad internet e sta utilizzando l’applicazione. Il secondo indicatore viene invece fornito dalla data dell’ultima visita che indica quando l’utente è stato attivo per l’ultima volta su WhatsApp. In poche parole se non risultano visibili le due informazioni in questione è molto probabile che tu sia stato bloccato.

Un altro elemento da prendere in considerazione per scoprire chi ti ha bloccato su WhatsApp sono le spunte nei messaggi. Infatti, inviando un messaggio ad un contatto che ti ha bloccato apparirà comunque una spunta verde. Tale segno sta ad indicare che il messaggio è stato correttamente inviato al server. Nel caso invece di utenti che non hanno applicato il blocco apparirà anche una seconda spunta che sta ad indicare che il messaggio è stato correttamente consegnato, non solo al server ma anche al cellulare del destinatario. Da notare che talvolta la seconda spunta può non apparire subito. Qualora però la spunta non dovesse comparire per diversi giorni allora le possibilità di blocco aumentano.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>