Arriva Airtime, la ChatRoulette in salsa Facebook

di Martina Commenta

Di Airtime se ne era iniziato a parlare già qualche mese addietro quando ad ottobre dello scorso anno cominciarono a girare in rete alcune voci facenti riferimento alla volontà di Shawn Fanning e Sean Parker, i due fondatori di Napster, di lanciare un nuovo social network in stile Chatroulette ma, a differenza di quest’ultimo, mirante alla creazione di incontri professionali.

A poco meno di un anno di distanza si ritorna ora a discutere dell’interessante progetto ma, questa volta, le notizia disponibili sono cosa decisamente ben più tangibile.

Dopo mesi e mesi di ipotesi, infatti, Airtime ha finalmente fatto il suo esordio ufficiale.

Si tratta, nel dettaglio, di un servizio di chat video che, al contempo, va a configurarsi come un’applicazione di condivisione video andando a ribaltare, per il sistema impiegato, il duopolio produttore-fruitore di contenuti tipico da sempre, o quasi, dell’intero web.

Andando ancor più nello specifico Airtime va quindi a configurarsi come una nuova piattaforma che, per le sue caratteristiche distintive, è già stata identificata come una sorta di versione di Chatroulette per Facebook differenziandosi sostanzialmente dall’oramai ben noto servizio in questione per la possibilità offerta alle persone di riconoscersi come simili in base a connessioni social condivise, posizione geografica ed interessi.

Il servizio, tenendo conto delle sue funzionalità, non può però essere identificato esattamente come rivoluzionario ma va comunque a distinguersi da tutto quanto proposto sino a questo momento per l’opportunità offerta ai suoi utilizzatori di scegliere se video-chattare selezionando i propri interlocutori in modalità random o, ancora, se entrare in contatto direttamente con i propri contatti Facebook e non è un caso quindi che lo slogan di Airtime sia proprio “create shared experiences with people you know, and people you want to know” ovvero “creare esperienze di condivisione con persone che già conosci e con persone che non conosci”.

Via | TechCrunch

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>