Come aprire un blog, trucchi e consigli

di Redazione 1

Aprire un blog è più facile ed economico che costruire un sito internet, specie se ci si affida a piattaforme gratuite come WordPress o Blogger. Il software di blogging si prende cura di tutte le cose importanti, dalla formattazione del testo all’inserimento delle immagini, così aprire un blog diventa semplice come scrivere un’email. Ma prima di iniziare questa avventura, è bene fare un po’ di chiarezza sui passi fondamentali per partire con il piede giusto.

Se hai fretta di aprire il tuo blog e non capisci niente di html, le piattaforme gratuite sono le più adatte perché basta una semplice registrazione e in 10 minuti il blog è già online. In più quasi tutte offrono una serie di strumenti validi per aiutarti a scrivere il tuo diario sul web. Oggi possiamo scegliere tra una dozzina di buone piattaforme blog, ma per questo esempio ci limiteremo alle due più famose, cioé WordPress.com e Blogger.

Sia WordPress.com che Blogger sono molto semplici da usare, ed entrambi offrono la possibilità di personalizzare (entro certi limiti) la grafica del blog scegliendo fra diversi temi che è possibile trovare in rete. Ma prima di pensare all’aspetto esteriore del blog, soffermiamoci un momento su titolo e contenuti.

Se hai deciso di aprire un blog per parlare delle tue grandi passioni (fumetti, cinema, libri, computer, cucina o anche il calcio) scegli un titolo e un indirizzo che siano attinenti a quell’argomento.

Sia WordPress che Blogger ti danno un indirizzo blog del tipo nomeblog.wordpress.com (nel primo caso) e nomeblog.blogspot.com (nel secondo), perciò scegli sempre un nome breve così amici e lettori se lo ricorderanno più facilmente e torneranno sul tuo blog. Se scrivi con passione, saranno in molti a leggerti e a commentare i tuoi post, e in breve avrai una vera e propria community pronta a seguirti.

WordPress e Blogger permettono di raggruppare i post per categorie, chiamate Tags o Etichette. Attraverso le etichette sarà possibile per gli altri blogger risalire ai tuoi post, e rintracciarvi più facilmente su Google. Semplice no?

Il discorso si fa più complesso se decidi di installare WordPress su un server web. In questo caso occorre scaricare il software WordPress.org e installarlo su un server web a pagamento. Ma se a te non interessa scaricare software, né pagare un hosting o configurare un server web, continua a seguirci perché nei prossimi giorni scoprirai come usare nuovi e utili strumenti per bloggare al masimo e senza sforzo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>