Utenti delusi dalla nuova Privacy di Facebook

di Redazione 2

 

Le ricerche effettuate sugli utenti on line vogliono che gli utenti siano profondamente delusi delle nuove modifiche annunciate da Facebook per il suo social network. L’indagine è stata pubblicata da Sophos, una realtà che si dedica alla sicurezza informatica. La maggioranza degli iscritti al social network in blu (parliamo di circa il 95% degli intervistati), risulterebbe non proprio contenta delle modifiche di prossima implementazione alla privacy di Facebook, Un 3% ha risposto di non aver ben capito come cambino le cose, ed un 2% non si è lamentato. In primis, come critica effettuata, c’è l’invio automatico dei dati degli utenti alle applicazioni approvate dal network stesso sito. Questa funzionalità, è però modificabile manualmente dagli utenti.
Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos ha dichiarato che: “Molti utenti di Facebook non sanno nemmeno bene come impostare le proprie opzioni sulla privacy in maniera sicura e soprattutto non dovrebbero ritrovarsi a disattivare un’impostazione del genere, ma nel caso ad attivarla, dopo aver fatto una scelta consapevole“.


Ma vediamo insieme come cambiare le opzioni di Facebook a nostro favore ed a tutela della nostra privacy nei confronti delle applicazioni dei partner di Facebook (Docs.com di cui abbiamo parlato pochi giorni fa, Pandora e Yelp):
Fare click su Account ed Impostazioni sulla privacy. Fare poi click su Applicazioni e Siti web. Nella sezione Personalizzazione istantanea, fare click su Modifica Impostazione. Per prima cosa deselezionare la casella di “Consenti ai partner selezionati di personalizzare istantaneamente le funzioni disponibili usando le mie informazioni pubbliche la prima volta che visito i loro siti Web.”, poi fare click sul link del sito partner ed all’apertura dello stesso ci troveremo davanti una notifica di Facebook che ci chiederà se consentire all’applicazione il prelievo dei nostri dati. In alto a destra, sulla striscia blu, andiamo a fare click su “No, grazie” ed il gioco è fatto.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>