Twingly: canali di ricerca per blog e social network

di Redazione Commenta

Sarà Twingly il nuovo motore di ricerca dedicato interamente ai social network. La notizia proviene dal blog ufficiale del servizio. Grazie ad esso, sarà possibile seguire gli argomenti più hot e trendy trattati nei social network più popolari come Facebook, Twitter, Myspace e molti altri ancora!

Niente più ricerche affannose con Google. Basterà creare un proprio canale con topic l’argomento al quale siamo interessati. Successivamente, selezionare le fonti e aggiungere i nostri feed RSS più seguiti. Tutto il materiale verrà suddiviso all’interno di due pannelli interattivi.

Nel primo potremo sfogliare tra tutte le news relative a quel argomento. Nel secondo saranno presenti gli articoli più letti, seguiti e commentati. Anche i nostri amici potranno usufruirne e aggiungere link e/o materiale, per aiutarci nella nostra ricerca.

Il tutto, come si può notare, è molto più semplice delle ricerche individuali. Fatto segnalato dagli stessi sviluppatori che commentano:

A Twingly Channel acts as a social filter on top of feeds and realtime search, allowing you to set up a social memetracker for any topic or event. The underlying idea is that by aggregating feeds and realtime search results into a channel where many people sharing the same interest can discuss and vote on the content (while also providing a filter to solve the prevalent problem of information overflow) we lower the learning curve to the realtime web.

Twingly Channels provides instant user value without the user having to spend time finding the right people to follow. Following topics rather than individuals, you immediately tap into the collective intelligence of a group of people sharing your interests. Or you can create your own channel and invite others to assist you in picking feeds and keywords to monitor.

Paura dello spam? Non dobbiamo averne. Difatti, aprendo un proprio canale, ne diverremo a tutti gli effetti amministratori e potremo bloccare commenti inadeguati, messaggi pubblicitari e tutta quella spazzatura che graverebbe alla qualità delle nostre ricerche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>