Google in cerca di…amici

di Redazione Commenta

Sempre più Social è la mania nel web 2.0. Anche Google ha deciso di avviare una migrazione verso i servizi social, e lo fa come primo step lanciando il suo sistema Google Social Search. Questo nuovo strumento, è un add-on alla ricerca base del più famoso search engine al mondo che permette di trovare e ricercare i contenuti che sono stati pubblicati sui social network dai propri amici e contatti.

Questo strumento nasce nella necessità di permettere agli utenti di trovare in un sol colpo delle informazioni riguardanti un determinato argomento, scritte dai propri contatti sui social network. Grazie a Google Social Search, questo diviene possibile nell’analisi dei testi scritti dai propri contatti.

Dallo staff di BigG, non è stato definito un motore di ricerca per i social network, bensì, uno strumento con validità di filtro all’interno delle discussioni pubblicate dai propri contatti. La disponibilità della beta di Google Social Search è all’interno di Google Labs. I tempi di lancio del progetto erano all’incirca di tre settimane, ma spiazzando tutti, Google, dopo solo 5 giorni ha lanciato il servizio on line.

La rete sociale offerta da Google, è basata sull’insieme dei contatti con cui il nostro account di Google interagisce per iscrizione ai vari social network.
Per l’accesso a Google Social Search, basterà entrare nella sezione sperimentale di Google Labs e fare click su Social Search, nello specifico cliccando sul pulsante che dice “Join this experiment”. Questo servizio è stato reso disponibile attualmente negli Stati Uniti d’America, ma tra poco sarà disponibile anche in europa. Il sito di riferimento è http://www.google.com/experimental/.

Ultima nota interessante per gli utilizzatori di questo nuovo servizio sperimentale è che saranno presi in considerazione anche tutti i contatti di Google Talk e quelli della posta elettronica che saranno aggiunti al nostro Google Profile.

Una novità che ha sconvolto molti competitors, anche perchè l’entrata di Google nel campo dei social network, riesce a spaventare molti dei piccoli network non ancora molto affermati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>