Su Pinterest c’è di tutto, anche lo spam

di Redazione 1

Era solo questione di tempo prima che lo spam facesse la sua comparsa su Pinterest, il nuovo social network “image based” che in breve tempo ha conquistato anche gli italiani. Ma per il momento possiamo stare tranquilli, perché l’attacco spam sembra essere finalizzato solo agli utenti degli Stati Uniti. Ma se dovesse fare la sua comparsa anche qui da noi, consoliamoci col fatto che lo spam di Pinterest è facile da individuare e, di conseguenza, da evitare.

Il meccanismo ricalca l’inganno delle “gift card” già visto su Facebook: coupon omaggio e buoni sconto per gli utenti Pinterest che cliccheranno sul link indicato. Ma trattandosi di Pinterest, stavolta si tratta di un “image link”, cioè un’immagine che – se cliccata – reindirizza a siti poco affidabili.

La novità della truffa si limita a questo: immagini al posto di link testuali. Ma se consideriamo il fascino di una bella foto e lo paragoniamo a un semplice link, è facile immaginare come questo tipo di spam si stia diffondendo rapidamente su Pinterest. In più, bisogna da aggiungere che Pinterest è una piattaforma relativamente nuova, e non c’è stato il tempo di sviluppare sofisticati strumenti anti phishing.

Al momento lo spam più diffuso è legato a dei buoni omaggio di Starbucks, una truffa organizzata in occasione del 40° anniversario della catena internazionale di caffetterie.

Via | ReadWriteWeb

Commenti (1)

  1. Grazie per aver scelto il mio icone 🙂
    Wojtek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>